Home Attualità

Fabiola Gianotti: da oggi un’italiana a capo del Cern di Ginevra

CONDIVIDI
Fabiola Gianotti (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)
Fabiola Gianotti (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)

Oggi, 1° gennaio 2016 la scienziata italiana Fabiola Gianotti entra ufficialmente alla guida del Cern di Ginevra, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle, fondato e gestito da un consorzio di Stati europei e divenuto negli anni il cuore internazionale della fisica delle particelle. Qui del resto è stata provata l’esistenza del famoso Bosone di Higgs, la particella più piccola al mondo, proprio grazie al lavoro del progetto Atlas coordinato da Fabiola Gianotti.

Per l’Italia è un grande motivo di orgoglio. Si tratta di un prestigiosissimo riconoscimento in ambito scientifico. Dopo Samantha Cristoforetti nello spazio, un’altra italiana conquista un posto importante nella scienza internazionale, questa volta sotto terra nei lunghi corridoi e laboratori del Cern. Gianotti è non solo la prima donna italiana, ma anche la prima donna in assoluto alla direzione generale del Cern di Ginevra, in oltre 60 anni di storia (fu fondato il 29 settembre del 1954). In passato, altri due scienziati italiani, uomini, avevano guidato il Cern, il Premio Nobel per la Fisica Carlo Rubbia (dal 1989 al 1994) e Luciano Maiani (dal 1999 al 2003).

Fabiola Gianotti, 53 anni, ha studiato fisica all’Università di Milano ed è entrata a far parte del Cern nel 1987. Tra i suoi programmi da direttore generale del laboratorio ci sono: “La formazione dei giovani e la collaborazione pacifica di migliaia di scienziati di tutto il mondo“. All’agenzia Ansa Gianotti ha detto:

“Mi adopererò per espandere l’eccellenza del Cern nella ricerca scientifica in fisica fondamentale e nello sviluppo di tecnologie innovative”.

Sul suo lavoro la scienziata italiana ha aggiunto:

“Scoprire qualcosa di veramente inatteso e non previsto è la più bella ricompensa per chi fa ricerca”.

Tanti auguri e buon lavoro!