Home Attualità

Allarme terrorismo a Capodanno: festa cancellata a Bruxelles

CONDIVIDI

Il Capodanno in Europa è minacciato dal rischio terrorismo. Controlli rafforzati in tutte le città, mentre a Bruxelles si annulla la festa. La notizia da CheDonna.it.

Polizia a Bruxelles (THIERRY ROGE/AFP/Getty Images)
Polizia a Bruxelles (THIERRY ROGE/AFP/Getty Images)

Dopo gli attentati di Parigi, l’allerme terrorismo a Capodanno è molto alto in tutta Europa. Nelle città, soprattutto nelle capitali, sono stati rafforzati i controlli di polizia. Ma è Bruxelles la città che continua ad essere maggiormente in pericolo. Qui nuovi blitz delle forze speciali hanno condotto all’arresto di due nuovi jihadisti, due estremisti legati all’Isis. Stando a quanto scoperto dalla polizia, i due stavano pianificando attentati nella Grand Place, contro i commissariati e le forze dell’ordine. Nelle loro abitazioni sono state trovate delle uniformi, materiale propagandistico dello Stato Islamico, ma nessuna arma né esplosivo. I due arrestati, Said Souati, 30 anni, e Mohammed Karay, 27 anni, facevano parte di un club di motociclisti dal nome “Kamikaze Riders”. Souati, considerato il leader e il reclutatore della cellula terroristica, era un predicatore salafista radicale, mentre Karay, che lavorava in una officina di auto, giocava a ‘paint ball’, i combattimenti simulati con fucili carichi con proiettili di vernice.

Nel frattempo, il quotidiano francese Le Monde ha rivelato che gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso sarebbero stati coordinati via sms dal Belgio. Uno scenario inquietante che confermerebbe il ruolo decisivo avuto dai terroristi presenti nel piccolo Paese e che spiega il clima da stato di assedio delle forze dell’ordine.

A causa del rischio concreto di attentati a Bruxelles, il sindaco Yvan Mayeur ha deciso di cancellare i fuochi di artificio e le feste di piazza, per motivi di sicurezza. Una decisione “giusta sulla base delle informazioni ricevute”, ha dichiarato il premier belga Charles Michel.

Anche in Turchia sono stati sventati attacchi terroristici in programma per la notte di San Silvestro, con l’arresto di due terroristi ad Ankara. I due progettavano di farsi esplodere contemporaneamente, uno vicino ad un bar e l’altro in un centro commerciale nel quartiere di Kizilay, con la stessa dinamica degli attacchi di Parigi. Il piano era già definito nei dettagli e nell’appartamento dei due arrestati sono state trovate cinture esplosive.

Un’atmosfera di allarme che è diffusa un po’ ovunque, offuscando il clima di festa. Negli Stati Uniti, la Cnn ha rivelato l’esistenza di minacce di attacchi terroristici nelle tre principali città americane, New York, Los Angeles e Washington. Il Presidente Obama è stato informato.