Home Senza categoria

Natale: i consigli per non far ammalare i bimbi

CONDIVIDI

I consigli dei pediatri italiani per non far ammalare i nostri bambini durante le feste di Natale. I particolari da CheDonna.it.

Bambina malata (Thinkstock)
Bambina malata (Thinkstock)

Durante le vacanze di Natale i nostri bimbi rischiano di ammalarsi a causa del cambiamento di abitudini, degli orari sregolati e degli eccessi alimentari. Si va a letto più tardi, si sta a tavola molto più a lungo del normale e si mangia di tutto e di più. Se si va in vacanza, poi, i bambini devono adattarsi ad un nuovo ambiente, che può essere il freddo della montagna o il caldo di una meta esotica, e soprattutto a nuovi orari. Tutti cambiamenti che se negli adulti possono provocare qualche scompenso, figuriamoci nei bambini.

I bruschi cambi di orari, gli spostamenti, le gite fuori porta e alcuni comportamenti non proprio salutari, come il poco sonno o una dieta squilibrata, possono indebolire il sistema immunitario dei piccoli e favorire l’insorgenza della malattie, dai virus influenzali al raffreddore, fino alle intossicazioni alimentari.

Per evitare queste spiacevoli conseguenze, i pediatri italiani consigliano di seguire alcune regole di base, anche durante le feste.

“Raccomandiamo ai genitori in questo periodo dell’anno di prestare molta attenzione all’alimentazione dei propri figli, rispettando sempre i loro orari e abitudini, avendo cura del loro abbigliamento soprattutto durante le passeggiate all’aria aperta o in montagna. In questo periodo è molto diffuso il virus respiratorio sinciziale, causa principale della bronchiolite, infezione virale acuta che colpisce in particolare le basse vie aeree dei bambini di età inferiore ai due anni, con maggior prevalenza nei primi 6 mesi di vita. Subito dopo Natale, poi, assisteremo al massimo picco dell’epidemia influenzale”.

Sono le raccomandazioni di Susanna Esposito, Direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura della Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Università degli Studi di Milano e Presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (Waidid).

Anche a Natale, raccomanda la prof. Esposito, il menu dei bimbi deve essere sano.

“evitate cibi troppo elaborati e limitate il consumo di salame e insaccati vari che, insieme alle conserve di frutta e verdura fatte in casa, possono essere all’origine di intossicazioni importanti come il botulismo”, ha avvertito la professoressa.

La professoressa ha anche consigliato di prestare attenzione all’igiene, lavando molto bene le mani prima di preparare pranzi e cenoni. Può sembrare una banalità, ma è molto importante per evitare la trasmissione di virus e infezioni.

Riguardo agli alimenti a cui fare attenzione ci sono le uova crude, che si trovano in gelati, salse e maionese, e le verdure non lavate, che sono a rischio salmonellosi, un’intossicazione alimentare molto fastidiosa.