Home Attualità

Ex concorrente del Grande Fratello si ribalta con l’auto

CONDIVIDI

Un brutto incidente per un ex concorrente del Grande Fratello, che ha rischiato di morire. La notizia da CheDonna.it.

Ambulanza (MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images)
Ambulanza (MARIO LAPORTA/AFP/Getty Images)

Si è ribaltato con la propria auto nel tentativo di evitare lo scontro frontale con un’altra vettura. E’ quello che è successo a Sergio Volpini di Ancona, ex concorrente della prima edizione del Grande Fratello. Il surfista, che la Gialappa’s Band soprannominò l’Ottusangolo.

Volpini era da solo a bordo della sua Fiat Stilo e stava guidando nella zona del Comune di Recanati, in località Chairino, quando improvvisamente si è visto davanti un’altra auto, una Kia, che stava sorpassando una Fiat Punto ferma. Volpini si è visto davanti la Kia e ha fatto di tutto per evitarla, ma la vettura ha colpito la sua auto di coda facendola ribaltare. La Fiat Stilo dell’ex gieffino è andata fuori strada ribaltandosi su un fianco.

Il surfista se l’è cavata con qualche ferita alle labbra. E’ riuscito ad uscire dall0abitacolo della sua vettura e ha chiamato i soccorsi. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha portato Volpini nel vicino ospedale di Civitanova Marche, per i controlli di routine e per la tac.

Al quotidiano online Cronache Maceratesi, Sergio Volpini ha raccontato di aver avuto paura di morire.

“Temevo che l’auto di girasse sul tettino e che questo si schiacciasse con me dentro. Che paura. Per fortuna non è stato così”.

Volpini ha anche raccontato:
“Questa è la mia decima volta in ospedale, ci sono sempre finito per infortuni con il surf”.

Nonostante il grande spavento, il surfista l’ha presa abbastanza bene, visto che si è fatto un selfie mentre veniva portato via con l’ambulanza, anche per tranquillizzare amici e fan sulle sue condizioni di salute.

Tanti auguri di buona guarigione all’ex concorrente del Grande Fratello 1.

Se volete leggere tutta la storia, la trovate sul sito web del giornale online locale, Cronache Maceratesi: a questa pagina.