Home Attualità

Terrorismo: caccia a Salah Abdeslam in Germania. Ricercato anche un altro terrorista

CONDIVIDI

Continua la caccia al pericoloso terrorista Salah Abdeslam, membro del commando che ha compiuto gli attentati di Parigi del 13 novembre ma che è riuscito a fuggire. Le ultime notizie da CheDonna.it.

salah abdeslam

Ricerche a tutto campo per il 26enne Salah Abdeslam, il terrorista che finora è riuscito abilmente a sfuggire alla polizia, nonostante i numerosi blitz delle forze speciali sia a Parigi che a Bruxelles, dove pare sia passato, riuscendo a scappare subito dopo gli attentati nella capitale francese, facendosi venire a prendere da alcuni complici dal Belgio a bordo di una Golf, con la quale sono poi rientrati nel Paese. Diversi sono stati gli avvistamenti di Abdeslam, ma nonostante gli arresti e le perquisizioni del terrorista ancora nessuna traccia.

L’avvistamento a bordo di una Bmw nei pressi di Liegi si è rivelato un falso allarme, mentre l’ipotesi che l’uomo sia entrato in Germania sembra confermata. Secondo le ultime notizie, infatti, le ricerche di Salah Abdeslam si sono spostate in Vestfalia.

Nel frattempo è saltato fuori il nome di un altro terrorista, Mohamed Abrini, anche lui ricercato dalla polizia. Stando a quanto si apprende, Abrini l’11 novembre sarebbe stato ripreso dalle videocamere di sorveglianza ad una pompa di benzina a Ressons, sull’autostrada in direzione di Parigi.

Sono poi venuti fuori nuovi particolari riguardo ad Abdelhamid Abaaoud, la presunta “mente” delgli attentati di Parigi, ucciso nel blitz della polizia francese a Saint Denis il 18 novembre. Il terrorista sarebbe tornato sui luoghi delle stragi dopo il 13 novembre. Inoltre, Abaaoud, come era stato già anticipato, stava progettando un attentato alla Defense, quartiere finanziario e commerciale di Parigi, dove i trovano moltissimi uffici.

Intanto a Bruxelles rimane la massima allerta terrorismo, anche se oggi scuole e metropolitane hanno cominciato a riaprire.

I quotidiani belgi L’Echo e De Tijd hanno rivelati che i blitz delle forze speciali a Bruxelles, Charleroi e Liegi, nella notte tra domenica e lunedì scorsi, hanno permesso di sventare una serie di attentati multipli nella capitale ha permesso di sventare