Home Attualità

Le spose bambine di Hamas: la bufala che torna sulle scene

CONDIVIDI

Ci sono delle notizie false, bufale, che sono veramente dure a morire, una volta uscite si ripresentano puntualmente ad intervalli regolari di tempo, anche se sono molto vecchie. E molte persone continuano a cascarci. L’ultima in ordine di tempo è quella sulle finte spose bambine in Palestina. I particolari da CheDonna.it.

Le finte spose bambine di Hamas (Foto web)
Le finte spose bambine di Hamas (Foto web)

La bufala delle finte spose bambine di Hamas risale nientemeno che al 2009, ma puntualmente salta fuori, come è accaduto anche di recente.

Da anni circolano sul web alcune foto di bambine vestite di bianco, mano nella mano a giovani uomini, con il titolo di “bambine spose di Hamas” o “bambine spose dell’Islam“. Peccato però che si tratti di una bufala bella e buona. La foto che ritrae le bambine di bianco vestite non è falsa è vera, ma non si tratta di un matrimonio di massa pedofilo, come i bufalari hanno scritto sui social network, bensì di un matrimonio collettivo, organizzato effettivamente da Hamas nella striscia di Gaza nel luglio del 2009, ma in cui le bambine sono soltanto delle damigelle.

La cerimonia di massa è stata organizzata unicamente per quegli sposi che non potevano permettersi di organizzare un matrimonio. Le bambine erano parenti degli uomini che nelle foto tengono per mano, le loro nipoti o cuginette. Nelle cerimonie dei matrimoni musulmani spose e sposi rimangono lontani. Nel matrimonio collettivo a cui si riferiscono le foto in questione, le spose sono restate sedute tra gli spettatori, mentre i loro sposi hanno preso parte attivamente alla cerimonia.

Come ha spiegato il giornalista Tim Marshall nel suo blog su Skynews, nella traduzione del sito Bufale e Dintorni:

“Gli uomini e le donne erano seduti, molti non ascoltano i discorsi, alcuni addirittura ignorano le preghiere. Quando i fuochi artificiali iniziano, comincia l’allegria, gli scout di Hamas marciano, suonano i tamburi e vedono che in futuro molti di loro saranno i combattenti di Hamas. Successivamente gli sposi tra i 18 e 28 anni di età tengono per mano le loro giovani nipotine o cuginette, bambine tra i 3 e 8 anni di età, che erano truccate alla perfezione e indossavano vestiti da sposa bianchi”.

La bufala, diffusa sul web a scopo razzista, e a cui molti abboccato senza minimamente verificare la fonte della notizia, viene ancora riproposta sul web e ancora tanti ingenui creduloni ci cascano. Nonostante le ripetute smentite, ci sono tantissime persone, purtroppo, che ancora ci vogliono credere, persone che a questo punto sono disposte a credere a qualunque cosa, anche agli asini volanti. Noi di CheDonna.it speriamo di aver contribuito a fare ulteriore chiarezza su questa vicenda.

Per avere informazioni più dettagliate, vi rinviamo all’articolo di Bufale e Dintorni: a questa pagina.