Home Salute e Benessere

Una tazzina di caffè allunga la vita

CONDIVIDI

Ancora buone notizie su caffè e salute. I dettagli da CheDonna.it.

Caffè (PIxabay)
Caffè (PIxabay)

Il caffè fa bene alla salute. Ve lo avevamo già detto, ma ora arrivano nuove conferme da prestigiosi studi.

Bere caffè tutti i giorni, senza esagerare, allungherebbe la vita. Lo sostiene uno studio della prestigiosa Università di Harvard, che per circa 30 anni ha esaminato gli effetti del caffè sulla salute di 160.000 donne e di 40.000 uomini. Gli individui, tutti volontari, hanno risposto a questionari sulle loro abitudini alimentari ogni 4 anni.

Dall’analisi è risultato che i consumatori abituali moderati di caffè, fino a 3-5 tazzine al giorno, hanno sofferto meno di morti premature. Un fenomeno che è stato osservato sia per coloro che bevevano caffè normale che decaffeinato. I benefici maggiori li hanno avuti le persone che bevevano caffè quotidianamente ma non fumavano sigarette. Questi individui hanno fatto registrare un rischio di morte prematura inferiore dell’8-15% rispetto agli altri.

L’aspetto importante è che a diminuire nei soggetti che bevono caffè è il rischio di morte prematura per qualsiasi tipo di causa. In particolare, il caffè protegge soprattutto dal rischio di morte prematura per diabete, malattie cardiovascolari e neurologiche, come il morbo di parkinson,ì. Bere caffè proteggerebbe perfino dal suicidio, questo effetto sarebbe prodotto dall’effetto antidepressivo della caffeina. I risultati dello studio sono stati corretti tenendo conto di potenziali fattori confondenti come il fumo, l’indice di massa corporea, l’attività fisica, il consumo di alcol e altri fattori legati alla dieta.

Lo studio dell’Università di Harvard, guidato dal prof. Ming Ding, è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Circulation“.

Gli effetti benefici del caffè sulla salute sarebbero dovuti alla presenza di sostanze bio-attive, che riducono la resistenza all’insulina e le infiammazioni sistemiche, di anti-ossidanti e magnesio.

Saranno, tuttavia, necessari altri studi per accertare il meccanismo biologico di questi effetti protettivi del caffè.

Intanto, si attendono gli accertamenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per conoscere eventuali effetti cancerogeni del caffè.