Home Attualità

Attentati a Parigi: i morti salgono a 140. Hollande: stato di emergenza

CONDIVIDI

Notte di terrore a Parigi per una serie di attentati terroristici.

Attentato a Parigi (KENZO TRIBOUILLARD/AFP/Getty Images)
Attentato a Parigi (KENZO TRIBOUILLARD/AFP/Getty Images)

Una notte sconvolgente. La città di Parigi a meno di un anno dall’attentato a Charlie Hebdo, quando furono trucidati i giornalisti del settimanale satirico, è di nuovo sotto il fuoco degli attacchi terroristici. Ma questa volta è anche peggio.

Tre diversi attentati hanno sconvolto la capitale francese, ad essere colpiti sono stati un ristorante, una sala concerti e la zona dello stadio dove era in corso l’amichevole di calcio tra Francia e Germania, alla presenza del presidente François Hollande, che è stato immediatamente evacuato dal personale di sicurezza.

Il ristorante colpito è un locale cambogiano, situato nel X arrondissement, qui è avvenuta una sparatoria a colpi di kalashnikov,  in contemporanea è avvenuta un’altra sparatoria nella sala concerti Bataclan, mentre almeno tre esplosioni sono state udite vicino allo Stade de France.

Il bilancio iniziale di 18 morti è salito a 40 vittime. Ma sembra purtroppo destinato a salire nella notte. Ci sono anche molti feriti gravi. Le ultime notizie riportano di 3 morti e 10 feriti nei pressi dello stadio.

All’interno del Bataclan, si stava svolgendo un concerto della band americana Eagles of Death Metal, ci sono 100 persone tenute in ostaggio dai terroristi. Il sito web del giornale francese Le Figaro, ha riportato le parole di un testimone scampato alla sparatoria nella sala concerti:

“Siamo riusciti a fuggire, c’era sangue dappertutto, hanno tirato con un fucile a pompa sulla folla”.

Un terrorista è stato ucciso davanti al ristorante. I testimoni hanno udito uno dei terroristi gridare “Allah è grande”.

Parigi è in stato di assedio con strade bloccate e locali chiusi. Ai parigini è stato consigliato di tornare a casa. Nel luoghi degli attentati, gli abitanti della zona avrebbero lanciato lenzuola dalle finestre per coprire i cadaveri. Lo riferiscono gli inviati da Parigi nelle trasmissioni televisive che hanno stravolto la loro programmazione con edizioni straordinarie dei tg.

Attentato a Parigi (DOMINIQUE FAGET/AFP/Getty Images)
Attentato a Parigi (DOMINIQUE FAGET/AFP/Getty Images)

L’ultima notizia è di un’altra sparatoria in un bar dell’XI arrondissement.

Al Ministero dell’Interno, Hollande ha convocato una riunione di emergenza.

In Italia, il ministro dell’interno Alfano, in contatto con il capo della Polizia Pansa, ha disposto l’immediato innalzamento dei livelli di sicurezza in Italia. “L’antiterrorismo è in costante contatto con i colleghi francesi per seguire con estrema attenzione ciò che accade in Francia anche allo scopo di disporre ulteriori interventi preventivi”, ha detto Alfano.

Intanto sui social newtwork i militanti dell’Isis celebrano gli attentati di Parigi, con l’hashtag in arabo “Parigi in fiamme”.

Secondo la Cnn, ma la notizia non è ancora confermata i morti sarebbero saliti a 60.

(KENZO TRIBOUILLARD/AFP/Getty Images)
(KENZO TRIBOUILLARD/AFP/Getty Images)

Sugli attacchi a Parigi ha parlato anche il Presidente Usa Barack Obama che ha detto che gli Stati Uniti sono pronti a dare alla Francia tutta l’assistenza di cui avrà bisogno.

Quello che sta accanendo a Parigi “è un attacco non solo al popolo francese ma a tutta l’umanità e ai valori che condividiamo”, ha sottolineato Obama.

“Siamo vicini ai francesi nella lotta al terrorismo… quelli che pensano di poter terrorizzare i francesi o i valori che condividono, sbagliano”, ha aggiunto il Presidente Usa.

Al momento non si hanno notizie del coinvolgimento di italiani negli attacchi terroristici.

Il presidente francese Hollande è intervenuto in diretta tv, parlando al Paese, riconoscendo che a Parigi sono in corso attacchi terroristici senza precedenti. Hollande ha annunciato lo stato di emergenza su tutto il territorio francese. Le frontiere sono state chiuse per evitare la fuga dei terroristi. Hollande ha invitato i francesi a farsi coraggio e li ha richiamati all’unità nazionale.

“Dobbiamo dare prova di sangue freddo. Davanti alle difficoltà, la Francia deve essere forte”, ha detto.

Gli spettatori allo stadio di Parigi dopo gli attentati (FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)
Gli spettatori allo stadio di Parigi dopo gli attentati (FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

Le ultime notizie parlano di 6 sparatorie e 3 esplosioni a Parigi, mentre il bilancio delle vittime sarebbe confermato a 60 morti. Una nuova sparatoria è in corso a Les Halles, nel cuore di Parigi.

Intanto dalla sala di concerti Bataclan arrivano sia notizie buone che tragiche. Circa 30 persone tra gli ostaggi sarebbero riuscite a scappare dal locale, mentre altri testimoni hanno raccontato che i terroristi stanno uccidendo gli ostaggi uno ad uno.

Le esplosioni allo stadio sarebbero state provocate da due attentati kamikaze e da una bomba.

Nel frattempo notizie agghiaccianti continuano ad arrivare dal Bataclan. Un testimone che è riuscito a fuggire dalla sala concerti ha detto alla Cnn:

I terroristi “hanno ucciso a freddo molti ostaggi, poi ricaricavano e ne uccidevano altri”.

Intanto al Bataclan è iniziato il blitz delle forze di sicurezza francesi contro i terroristi e per liberare gli ostaggi.

Sempre dal Bataclan, un testimone, Benjamin Cazenoves, che è ancora all’interno sta descrivendo su Facebook quello cosa sta succedendo

bataclan_testimone_facebook“Sono ancora all’interno del Bataclan, Al primo piano. Ferito grave. Che ci diano l’assalto al più presto. Ci sono dei superstiti all’interno.  Sparano su tutti. Uno per uno. Al primo piano, fate presto!” La richiesta disperata di aiuto del superstite.

Il messaggio è stato postato su Facbeook alle 23 di venerdì 13 novembre. Quindi alle 23:23 Benjamin Cazenoves scriveva:

bataclan_testimone_facebook_2

“Vivo. Solo dei tagli…. Una carneficina…. Cadaveri dappertutto”.

Intanto grazie al blitz delle forze dell’ordine sono stati messi in salvo 10 ostaggi dal Bataclan, mentre altri 20 sono ancora nella sala concerti.

Un altro testimone al Bataclan ha raccontato:

“I terroristi erano molto calmi. Hanno ricaricato le armi tre o quattro volte”.

La polizia ha ucciso 2 terroristi. Il blitz al Bataclan è terminato e gli ostaggi sono stati liberati. E’ in corso il soccorso dei sanitari e delle ambulanze agli ostaggi fuori dal locale.

Domani a Parigi rimarranno chiuse scuole e università. Hollande ha annullato la sua partecipazione al G20, convocato per domenica in Turchia. Intanto per domani mattina il presidente ha convocato un consiglio di Difesa.

La polizia francese ha riferito che i terroristi hanno colpito in sette diversi punti di Parigi.

Su internet sono arrivate le minacce degli integralisti:

“La Francia manda i suoi aerei in Siria, bombarda uccidendo i bambini, oggi beve dalla stessa coppa”

Lo afferma il canale Dabiq France, la rivista francese dello Stato islamico, assumendo la paternità degli attentati. Riporta l’Ansa.

I sostenitori dell’Isis annunciano su twitter:

Dopo Parigi, ora “tocca a Roma, Londra e Washington”

Al momento, però, non c’è una rivendicazione ufficiale dello Stato islamico.

Nel frattempo è arrivato un nuovo bilancio delle vittime: 100 morti sarebbero solo al Bataclan.

Negli attentati a Parigi in questa notte di terrore sarebbero state uccise 140 persone.

La Tour Eiffel è stata spenta in segno di lutto.