Le notizie del giorno: i delitti delle ultime ore. Erdogan blocca l’ora solare in Turchia

Carabinieri (CARLO HERMANN/AFP/Getty Images)
Carabinieri (CARLO HERMANN/AFP/Getty Images)

Ennesimo delitto passionale. Una donna di 33 anni, Barbara Zanini, è ricoverata in condizioni disperate all’ospedale di Sanremo a seguito di alcuni colpi di pistola alla testa che le sono stati sparati contro da un amico carabiniere di 31 anni, ad Arma di Taggia, in provincia di Imperia. L’uomo ha poi rivolto l’arma contro se stesso e si è ucciso. Una tragedia che sembra sia stata scatenata da motivi passionali e da una turbolenta reazione tra i due. I media hanno detto che tra il carabiniere e la donna, che si era trasferita in Liguria da Brescia per lavoro, c’era un rapporto di amicizia, ma con il passare delle ore è venuto fuori un rapporto più complesso e tormentato tra i due. Secondo alcuni testimoni, infatti, tra Barbara Zanini e il carabiniere, che era sposato, ci sarebbe stata una breve relazione, poi interrotta dall’uomo. La fine di un rapporto a cui la donna non si sarebbe mai rassegnata, iniziando a tormentare l’ex amante con continue e messaggi sul cellulari, anche alla moglie dell’uomo. Barbara Zanini, però, non è stata mai denunciata per stalking, nonostante tormentasse, di fatto come una stalker, il carabiniere e la sua famiglia. Fino al tragico epilogo di sabato sera, quando di fronte all’ennesima telefonata il carabiniere si è recato presso l’abitazione della donna. Erano le 2:30 di domenica mattina quando i vicini di appartamento della donna hanno udito i colpi di pistola e chiamato subito i carabinieri, che al loro arrivo hanno trovato i corpi dei due giovani a terra: il collega morto e la donna gravissima ma ancora viva.