Le notizie del giorno: terrore in Svezia, rischio aumento ticket sanitario

Donna incinta morta per complicazioni

ambulanzaTragedia a Milano, una donna all’ottavo mese di gravidanza è morta insieme al bimbo che portava in grembo per la spaccatura dell’utero. La tragedia si è consumata sabato scorso. La donna venerdì sera si era recata alla clinica San Pio X, dove era in cura, lamentando forti dolori addominali. I medici l’hanno sottoposta agli accertamenti del caso, ma non riscontrando nulla di anomalo l’hanno dimessa con la promessa di ripresentarsi subito alla clinica se i dolori fossero tornati. Purtroppo però, la donna, 40 anni di età e già madre di un bimbo di 4 anni, è morta nove ore dopo la visita. All’alba di sabato 17 ottobre, però, la donna si è aggravata, perdendo i sensi, il marito ha chiamato subito il 118. Un’ambulanza ha portato la 40enne all’ospedale Niguarda. La donna era in arresto cardiaco, i medici hanno provato a rianimarla, ma per lei non c’è stato nulla da fare, hanno anche tentato un cesareo d’urgenza per salvare il feto, ma l’emorragia causata dalla lacerazione dell’utero è stata devastante anche per il bambino. La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e aborto colposo a carico dei medici della clinica San Pio X. Saranno le indagini a far chiarezza su questo dramma terribile. Nel frattempo è scoppiata la polemica politica in Regione Lombardia.