Endometriosi: come curarla

Intervento chirurgico

Intervento chirurgico (Thinkstock)
Intervento chirurgico (Thinkstock)

In alcuni casi, la terapia farmacologica non è più sufficiente contro l’endometriosi, perché la malattia è in uno stato avanzato e ha invaso diversi organi. In questi casi, che di solito si verificano quando l’endometriosi non è stata curata in tempo, è necessario l’intervento chirurgico. I casi in cui è inevitabile intervenire chirurgicamente: in presenza di cisti endometriosiche sospette, che si formano sulle ovaie e hanno un colore scuro dovuto al sangue interno, possono nascondere un tumore; stenosi intestinale, quando l’endometriosi ha provocato un restringimento del lume dell’intestino, segnalata dalla presenza di forti dolori all’addome e difficoltà ad evacuare; stenosi uretrale, in presenza di un restringimento dell’uretra, il canale che trasporta l’urina dai reni alla vescica, una complicazione dell’endometriosi che non dà sintomi ma riscontrabile con un’ecografia.