Nonnismo sulle hostess: ecco che cosa subivano dai colleghi

0
6

Gli episodi di nonnismo sono, purtroppo, una triste realtà da sempre.

A farne le spese sono, nella maggioranza dei casi, i “nuovi arrivati” sia che si parli di scuole, sia di caserme ma anche, in alcuni frangenti, anche di alcuni posti di lavoro.

E’ proprio quest’ultimo caso quello che ha interessato delle hostess di una compagnia aerea cinese le quali hanno dovuto subire il “bullismo” di alcuni colleghi.

Ecco cosa è accaduto.

hostess

Chiuse nelle cappelliere dai colleghi stewart

E’ di pochi giorni fa la notizia, accompagnata da fotografie, pubblicata sul South China Morning Post, di alcune hostess della compagnia aerea cinese Kunming Airlines chiuse all’interno delle cappelliere degli aerei di linea.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, le donne, poiché “ultime arrivate”, cioè recentemente assunte, erano obbligate dai colleghi stewart più anziani ad una sorta di “rito di passaggio”, il quale prevedeva, appunto, l’essere rinchiuse all’interno dei vani portaoggetti per poi venire fotografate (in alcuni casi con tanto di “aguzzino” in primo piano) nella loro temporanea nuova sistemazione.

Le foto hanno iniziato a circolare sul sistema di messagistica WeChat ed è proprio attraverso di esso che l’intera vicenda è venuta a galla.

Questo perché, secondo la stessa compagnia aerea, nessun tipo di lamentela o denuncia era mai fino a quel momento giunta da parte dalle dipendenti vittime di tali episodi di nonnismo. La stessa compagnia ha poi, ovviamente, dichiarato che il tutto si sarebbe consumato a veicoli vuoti, cioè senza alcun passeggero a bordo e quindi senza che venisse in qualche modo lesa la sicurezza dei voli.

Al momento non ci è dato sapere se sia stata intrapresa una qualche azione punitiva nei confronti dei “nonni“. Di certo c’è che, da oggi, le hostess della compagnia potranno affrontare il primo giorno del loro lavoro in totale serenità.