Maltempo: allagamenti al Centro-Sud, 4 morti

0
2

L’atteso maltempo sul Centro-Sud è arrivato, portando con sé alluvioni e purtroppo anche morti. La notizia da CheDonna.it per la sezione attualità.

Maltempo in Lazio (video YouReporter.it)
Maltempo in Lazio (video YouReporter.it)

Non c’è autunno senza alluvioni e allagamenti in Italia. Ormai è una storia che si ripete di continuo e purtroppo anche con morti. Cambiano solo i luoghi colpiti dalla furia dei nubifragi e delle esondazioni, ma ogni anno in qualche parte d’Italia bisogna fare i conti dei danni e delle vittime. Un bilancio che si fa via via sempre più grave e che non può più essere imputato al caso o all’eccezionalità. I cambiamenti climatici certo, con temporali che ormai sono vere e proprie bombe d’acqua che riversano in poche ore la pioggia di mesi, ma anche la cementificazione selvaggia, piani urbanistici scellerati e la mancata manutenzione del territorio, tutti contribuiscono ogni anno, in qualche regione d’Italia, a gravi esondazioni e persone travolte dall’acqua.

Ieri è toccato al Centro-Sud, con Abruzzo, Lazio e Campania tra le regioni più colpite. Due persone sono morte in provincia dell’Aquila, una in quella di Frosinone e un’altra nel Beneventano. Frane e allagamenti dovuti al maltempo non hanno dato loro scampo.

Tra le zone più colpite c’è il Lazio, dove è esondato il fiume Aniene, trascinando via con sé tutto quello che incontrava sulla propria strada. Ingenti danni si sono avuti nella zona di Tivoli, con numerose case allagate e persone bloccate. C’è chi si è salvato salendo sui tetti. E’ quasi un miracolo che qui non ci siano state vittime, come invece è accaduto, purtroppo, a Paliano, in provincia di Frosinone, dove un uomo è rimasto ucciso finendo con la propria auto dentro una voragine che si era aperta sulla strada.

Altri due morti si sono avuti in Abruzzo: una donna travolta da una frana a Civitella Roveto e un uomo trovato cadavere nella cantina allagata di casa sua a Tagliacozzo, entrambe le località sono in provincia dell’Aquila. La zona della Marsica è stata travolta dall’alluvione, che oltre ai due morti ha provocato anche il ferimento di un giovane. Nella Valle di Roveto sono stati oltre cento gli interventi dei vigili del fuoco per il maltempo che ha causato l’esondazione del fiume Liri. E’ stata necessaria l’evacuazione di molte abitazioni che sono state allagate, mentre altre sono rimaste isolate e senza energia elettrica. Oltre ai vigili del fuoco sono intervenuti nelle operazioni di soccorso i carabinieri, la polizia, la forestale e la protezione civile. Oggi le scuole sono rimaste chiuse a Carsoli e in alcuni comuni della Valle Roveto.

Danni e vittime si sono avuti anche in Campania, dove a Pago Veiano, in provincia di Benevento una donna di 70 anni è morta travolta dall’acqua entrata nella sua abitazione. Nella regione sono state colpite diverse province: in quella di Caserta, la zona dei comuni di Santa Maria Vico e Arienzo, dove numerosi sono stati gli interventi dei vigili del fuoco, mentre due famiglie si sono messe in salvo dall’acqua salendo sui tetti delle loro case; a Salerno è stata colpito il comune di Castel San Giorgio, dove si è verificata una perdita di gas metano a causa di un crollo; a Benevento sono esondati i torrenti Reinello e Calore, causando numerosi allagamenti nel capoluogo e nella zona del comune di Duggenta e di altri comuni vicini.

I nubifragi hanno colpito, poi, anche la provincia di Foggia, con cadute di alberi, allagamenti e disagi alla circolazione stradale e ferroviaria.

Di seguito vi mostriamo alcuni video degli allagamenti ed esondazioni delle ultime ore. Dal portale YouReporter.it