Home Attualità

Curiosità: perchè si dice cuocere a bagnomaria?

CONDIVIDI

Ogni giorno utilizziamo oggetti e termini che siamo abituati ad ascoltare e a proferire sin da bambini, questo perchè abbiamo naturalmente assorbito le influenze e gli insegnamenti dei nostri genitori e maestri. Ma ci siamo mai chiesti del “perchè” dell’esistenza di alcuni termini o di alcuni utensili.

bagno coll

Qualcuno prima di noi deve aver coniato un termine o creato un oggetto per un particolare utilizzo. Si dice che la curiosità sia femmina e chi meglio di chedonna.it può soddisfare alcune curiosità sul mondo che ci circonda? Per esempio, nel mondo delle casalinghe ci sono dei modi di fare e di dire che si acquisiscono di generazione in generazione, come  per esempio “cuocere a bagnomaria“. Vi siete mai chiesti perchè questo tipo di cottura si chiami in questo modo?

Come nasce la cottura a bagnomaria

La cottura a bagnomaria nasce ben 30 secoli fa e la sua invenzione è attribuita a Myriam (Maria) sorella del profeta Aronne.

Myriam non utilizzava però questo tipo di cottura per le pietanze ma per creare pozioni magiche. Essa infatti è indicata nella storia ebraica come una potente alchimista.

La cottura a bagnomaria in origine infatti si chiamava Kaminos Marias, poi divenne Balneum Mariae e quindi bagnomaria, come è pervenuto a noi.

A Myriam viene attribuita anche l’invenzione dell’alambicco, quello che anche attualmente si utilizza per distillare i liquori.

Avreste mai immaginato che la cottura che utilizziamo per preparare creme e salse delicate in origine serviva per riti magici? Ingegno e curiosità sono il nutrimento per la nostra mente.