Sul naso pensava di avere un semplice brufolo. Poi l’amara scoperta.

0
3

Quando si dice mai prendere sotto gamba anche il più innocuo dei sintomi.

Ve lo sa dire bene questa ragazza americana dell’Illinois, la quale aveva pensato che, a crescerle sul naso, fosse soltanto un brufolo molto recidivo.

Ed invece si trattava di ben altro.

towner

Quel brufolo non smetteva di crescere

Nonostante tutti gli sforzi che Bree Towner, questo il nome della sfortunata protagonista di questa vicenda, facesse per cercare di estirpare quello che lei credeva essere un semplice brufolo sulla punta del proprio naso, quest’ultimo rispuntava fuori e di dimensioni sempre maggiori.

Alla fine Bree è dovuta ricorrere all’aiuto di un dermatologo il quale, immediatamente allarmato, ha subito richiesto un esame istologico. Da questo l’amarissima verità: quello che le stava crescendo sul naso non era semplice acne, bensì un tumore maligno estremamente aggressivo.

Da allora la giovane si è dovuta sottoporre a ben tre interventi chirurgici, durante uno dei quali le è stata impiantata sul naso una porzione di epidermide prelevato da un’altra zona del corpo. Oggi, purtroppo, ha ancora un fattore di recidiva piuttosto alto (circa il 40%) senza contare il fatto che, proprio la parte di pelle nuova impiantata, è soggetta ad una forte crescita pilifera il che rende tutto molto più complicato (in termini estetici chiaramente).

Bree ha dovuto iniziare anche a vedere uno psicologo in quanto stava iniziando a riscontrare difficoltà ad uscire fuori casa proprio a causa dell’aspetto non proprio piacevole che questa serie di interventi ha donato al suo naso.

Speriamo per lei si possa risolvere tutto al più presto nel migliore dei modi.

Come dicevamo in apertura questo ci insegna che davvero nulla va preso sotto gamba. Neppure un inoffensivo brufolo.