Home Salute e Benessere

Tumore al seno recidivo, nuove cure per prevenirlo

CONDIVIDI

Il tumore al seno anche quando viene curato può ritornare, un recente studio avrebbe però individuato alcuni fattori di rischio che si possono prevenire. La notizia da CheDonna.it per la sezione salute.

Seno (Thinkstock)
Seno (Thinkstock)

Il tumore al seno ha un alto tasso di recidiva: anche quando è guarito può tornare a manifestarsi, sia nello steso punto dove era comparso la prima volta che in altre parti del corpo. La recidiva colpisce una donna su cinque. Un numero molto alto. Un recente studio americano potrebbe però aiutare a perevenire la ricomparsa del cancro.

Lo studio, presentato al Congresso europeo sul cancro (Ecc) di Vienna, ha individuato alcune mutazioni genetiche che sarebbero responsabili del ritorno del tumore. Una scoperta importante che potrebbe aiutare a prevenire le recidive con nuove cure e nuovi farmaci .

I ricercatori, guidati da Lucy Yates, oncologa al Wellcome Trust Sanger Institute di Cambridge, hanno effettutato test genetici sui tessuti tumorali di mille pazienti affette da tumore al seno, di cui 161 casi erano tumori che si erano ripresentati. Quindi gli scienziati hanno confrontato i geni e le mutazioni genetiche riscontrati nei tessuti affetti dai tumori primari con quelli evidenziati nei tesssuti colpiti dai tumori che erano tornati. Dal confornto i ricercatori hanno scoperto che alcuni geni responsabili delle recidive erano presenti anche nei tumori primari.

Una scoperta molto importante che potrebbe portare in futuro a sviluppare farmaci in grado di bloccare il tumore prima che si riprisenti. Ma l’aspetto importante è che grazie a questi test i medici potranno individuare le pazienti ad alto rischio di recidivia con largo anticipo, anche quando il tumore al seno è stato appena diagnosticato, ed impostare la terapia di conseguenza.

“Crediamo che le differenze che abbiamo osservato riflettano differenze genetiche che possono predisporre al ripresentarsi del cancro, e alcune di queste alterazioni genetiche sono potenzialmente aggredibili con nuovi farmaci”, ha spiegato l’oncologa Lucy Yates.

Sulla recidiva del tumore al seno ricordiamo anche lo studio dell’Institute of Cancer Research di Londra, di cui abbiamo già parlato, che ha messo a punto un esame del sangue in grado di prevenire con un certo anticipo il ritorno del cancro.