Home Salute e Benessere

Rifare il letto nuoce gravemente alla salute

CONDIVIDI

La mamma vi diceva sempre che era l’ABC dell’ordine. Rifare il letto la mattina è così diventato nella nostro mente una sorta di obbligo: esimersi equivale a un vero e proprio sacrilegio e in pochi sarebbero disposti a cadere in tentazione. Ma se la mamma si fosse sbagliata? Un barlume di speranza balena ora dinnanzi agli occhi di chi detesta tirare lenzuola e sprimacciare cuscini.

pillows-820149_1280

CheDonna.it vi propone infatti quanto sostenuto da un ricercatore della Kingston University, il dottor Stephen Pretlove, che ha indagato quanto avviene tra le lenzuola del nostro letto.

Perché non rifare il letto la mattina

Nulla di bollente o anche vagamente equivoco in questo studio. La ricerca analizza infatti una sgradevole e un po’ terrificante presenza che invade i letti di tutti noi: gli acari della polvere.

Sembra infatti incredibile ma tra le nostre lenzuola albergano circa un milione e mezzo di questi sgradevoli inquilini. La cosa è ovviamente un po’ ripugnante ma ciò su cui dovreste concentrarvi è piuttosto cosa queste microbestioline mangiano. Residui di pelle. Già, quegli invisibili frammenti che il nostro corpo rilascia ogni notte tra le lenzuola.

Se dunque partiamo dal presupposto che l’habitat ideale per gli acari è l’umidità, rifacendo il letto serviamo loro un fragrante pasto in un ambiente extra lusso. Al contrario, se decidessimo di lasciare che le lenzuola prendano aria quanto più a lungo possibile, provocheremmo la morte per disidratazione dei nostri piccoli e indesiderati coinquilini.

Che ne dite allora mamme? Continuerete a chiedere alla vostra prole di rifare il letto?