Home Salute e Benessere

Il caffè rallenta il nostro orologio interno

CONDIVIDI

Nuove scoperte su proprietà ed effetti del caffè. Tutti i particolari da CheDonna.it nella sezione salute.

Orologio nel caffè (Thinkstock)
Orologio nel caffè (Thinkstock)

Vi abbiamo già parlato delle virtù benefiche del caffè sulla nostra salute. Oltre a svegliarci e darci la carica, migliora l’umore, la memoria e le nostre funzioni cognitive. Scopriamo ora perché e in che modo il caffè ci tiene svegli.

Secondo uno studio del Medical Research Council’s Laboratory of Molecular Biology di Cambridge, il caffè non è solo uno stimolante ma anche un effetto ritardante sul nostro orologio biologico interno. Il caffè, infatti, posticiperebbe l’attivazione della melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia.

Gli studiosi hanno condotto un esperimento con cellule coltivate esponendole alla caffeina e hanno verificato come questa sostanza sia un grado di alterare l’orologio biologico interno di ciascuna cellula del corpo umano. Quando si beve un caffè forte tre ore prima di andare a dormire, l’attivazione della serotonina è posticipata di 40 minuti, quindi è più difficile prendere sonno. Secondo i ricercatori la caffeina userebbe una specie di trucco per tenerci svegli, influenzando il nostro orologio interno.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista ‘Science Translation Medicine’ e i suoi risultati potrebbero essere molto utili per trattare i disturbi del sonno, soprattutto quelli delle persone che si svegliano troppo presto senza riuscire più a riaddormentarsi.

Inoltre, l’assunzione di caffeina potrebbe essere utile anche contro gli effetti del jet-lag.

Qualche tempo fa vi abbiamo anche spiegato l’effetto lassativo del caffè.