Home Attualità

Shelly Ann: la donna in coma salvata dalla sua bambina

CONDIVIDI

CheDonna.it vi racconta una storia straordinaria nella sezione attualità.

Shelly Ann Cawley con la sua bambina (Foto facebook)
Shelly Ann Cawley con la sua bambina (Foto facebook)

Shelly Ann Cawley è una giovane donna americana del North Carolina che un anno fa ha partorito una bellissima bambina, Rylan Grace. In famiglia non poteva esserci evento più bello, se non che nel momento di gioire per l’arrivo della bimba è avvenuto il dramma: Shelly Ann poco dopo il parto è andata in coma e sembrava non volersi più svegliare.

Sono state alcune complicazioni seguite al parto a far cadere la giovane donna in coma, tra l’angoscia del marito e degli altri familiari.

Mentre Shelly Ann era attaccata ai macchinari della rianimazione, un’infermiera dell’ospedale ha provato a metterle tra le braccia la sua bambina, per vedere se la presenza della piccola poteva avere dei benefici per la mamma. Si sa, infatti, che le persone in coma possono ricevere stimoli importanti e alle volte decisivi per il risveglio dalla presenza dei loro cari, che con la voce o il tatto possono compiere dei veri e propri miracoli.

E miracolo è stato. Quando la piccola Rylan Grace è stata adagiata tra le braccia di mamma Shelly Ann, si è sentita comoda e rassicurata e si è addormentata come un angioletto. Quando si è svegliata la bimba è scoppiata a piangere ed è stato proprio il suo pianto, richiamo atavico per ogni mamma, a risvegliare la donna dal coma. Secondo i medici, il pianto della piccola Rylan è stato fondamentale: Shelly Ann ha sentito di dover lottare e svegliarsi per la sua bambina, che doveva essere lì per lei. L’amore per la figlia l’ha riportata alla vita cosciente.

Una volta risvegliata, la donna è lentamente migliorata, fino a quando non è uscita dall’ospedale, in piena salute, accompagnata dalla figlia e dal marito.

Una storia straordinaria e commovente di cui tutti i media e siti web stanno parlando in queste ore e di cui si è venuti a conoscenza grazie al libro che il marito della donna, Jeremy Cawley, ha deciso di pubblicare sulla vicenda, ad un anno di distanza. Il libro si intitola Shelly Ann, un viaggio ispiratore di fede, coraggio, forza e amore. Il libro raccoglie i post pubblicati su Facebook durante i giorni del dramma, mentre l’uomo lottava per la moglie e per dare un senso a quello che stavano attraversando. Dal dramma al lieto fine. Come in ogni favola che si rispetti.

Shelly Ann Cwaley quando era in coma e con la figlia Rylan Grace (Foto da Facebook)
Shelly Ann Cwaley quando era in coma e con la figlia Rylan Grace (Foto da Facebook)