Home Attualità

Turista greca salva profugo siriano dal mare e lo abbraccia

CONDIVIDI

Un’immagine estremamente commovente che ha fatto il giro del web.

Sandra Tsiligeridu abbraccia un profugo siriano dopo averlo salvato (Foto dal profilo Facebook)
Sandra Tsiligeridu abbraccia un profugo siriano dopo averlo salvato (Foto dal profilo Facebook)

Nella tragedia dei rifugiati e migranti ci sono storie di solidarietà che riscaldano il cuore. CheDonna.it vi racconta di un salvataggio speciale.

La turista che abbraccia il profugo

Sandra Tsiligeridu, ex modella greca, era in barca con la famiglia al largo dell’isola di Pserimos vicino Kos, nel Mare Egeo, quando ha notato un uomo in mare. Pensando si trattasse di un sub, la barca ha fatto il giro largo per evitare di passargli troppo vicino, ma quando allontanandosi i turisti si sono accorti di un giubbotto di salvataggio hanno capito che non si trattava di un subacqueo ma di un uomo in difficoltà.

La barca è tornata indietro e quando si è avvicinata l’uomo era stremato, in uno stato di semi incoscienza. I turisti non ci hanno pensato due volte a soccorrerlo e hanno tirato su l’uomo dal mare dentro la barca. Era un profugo siriano di nome Mohamed, caduto dal barcone che lo stava portando con la famiglia verso Kos, l’isola greca dove in questi giorni sono arrivati migliaia di siriani in fuga dalla guerra del loro Paese. Mohamed era rimasto in acqua per 13 lunghissime ore, era allo stremo delle forze e difficilmente avrebbe resistito ancora per altro tempo. Quando è stato salvato dai turisti greci ha detto “grazie“, una parola semplice e immediata che ha commosso profondamente Sandra Tsiligeridu che ha abbracciato l’uomo come fosse sua madre.

La foto dell’abbraccio è stata pubblicata dalla donna sul suo profilo Facebook e in brevissimo tempo quella scena così forte e commovente ha fatto il giro del web e la storia è stata raccontata dai giornali.

Un’immagine di profonda umanità. Quella di cui abbiamo bisogno in questi tempi così violenti e disperati, dove l’indifferenza verso il prossimo sembra farla da padrone.