Home Attualità

Caccia Usa schierati in Europa. Torna la guerra fredda con la Russia?

CONDIVIDI

La guerra fredda torna in Europa? Si acuiscono le tensioni tra Stati Uniti e Russia con lo schieramento da parte degli Usa di caccia F-22 in Europa.

Usa: caccia F-22 (Win McNamee/Getty Images)
Usa: caccia F-22 (Win McNamee/Getty Images)

CheDonna.it vi segnala gli ultimi sviluppi nei rapporti tra Stati Uniti e Russia.

Avvertimento alla Russia: caccia Usa F-22 in Europa

Scenari da guerra fredda tra Usa e Russia tornano in Europa a distanza di oltre 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino. Che i rapporti tra gli Stati Uniti e la Russia di Putin non fossero ottimali è cosa nota e risaputa. La comunità internazionale, soprattutto su pressione degli Stati Uniti, ha inflitto sanzioni economiche al Paese di Putin per via della crisi con l’Ucraina, mentre un anno fa la Russia aveva concesso l’asilo politico all’informatico americano Edward Snowden, colui che aveva rivelato le intercettazioni segrete della Nsa, la potente National Security Agency statunitense che di fatto spiava i capi di Stato e di governo di mezzo mondo.

Finora però le tensioni erano rimaste confinate soprattutto sul piano diplomatico, ora invece si è passati a quello militare, con gli Stati Uniti che fanno sul serio e schierano caccia F22 Raptors in Europa. Putin, insomma, è avvertito. Anche in questo caso la mossa degli Usa è diretta alla crisi in Ucraina: un chiaro monito per Mosca, un segnale che dovrebbe essere un deterrente all’azione dei russi in Ucraina.

Gli F-22 Raptors sono caccia molto sofisticati e vengono schierati dagli Usa per la prima volta in Europa, dopo averli già impiegati in Asia e contro lo Stato islamico.

Gli Stati Uniti invieranno i caccia sul territorio europeo secondo uno sistema flessibile e rapido già impiegato altrove: l’invio di una piccola unità composta da 4 caccia F-22, un C-17 per la logistica e il personale necessario per l’assistenza. Il sistema messo a punto dall’aviazione Usa prende il nome di “Rapid Raptor Package”.

Oltre all’invio dei caccia speciali, gli Stati Uniti agiranno in collaborazione con le altre forze della Nato, con voli di addestramento congiunti per coordinare eventuali risposte ad eventuali attacchi o provocazioni.

L’invio dei caccia F-22 in Europa segue altre iniziative già prese da tempo dagli Stati Uniti in collaborazione con la Nato, come la spedizione di mezzi corazzati e di attrezzature militari in vari Paesi europei, di aerei A 10 per il supporto alle unità terrestri e anche la mobilitazione dei caccia bombardieri B52, con importanti esercitazioni con le altre aviazioni di Paesi Nato.

Una tensione che negli ultimi mesi è stata caratterizzata anche da incontri ravvicinati tra caccia della Nato e quelli russi nei cieli europei.

Ci si augura che questi episodi rimangano solo allo stato di provocazione e di controllo reciproco e che lo schieramento di nuovi mezzi militari Usa in Europa per controllare la Russia rimanga solo come segnale di avvertimento.