Home Cultura

MUSICA: Massimo Donno porta l’abum “Partenze” in Grecia

CONDIVIDI

10393473-881c-40eb-95a8-2798fe05f5e5

La redazione di CheDonna, per la categoria Musica vi comunica una novità.

Partenze, un nome e una promessa: Massimo Donno parte per la Grecia per due date di musica in collaborazione con Katerina Polemi, cantautrice greco- brasiliana. Il 22 agosto porterà la sua musica e la sua poesia al Piso Gialia di Stenies sull’Isola di Andros e questa volta sarà l’amica Katerina a supportarlo. Così, il viaggio verso il sud che tesse le note dell’album Partenze si mette a confronto con il mediterraneo dai profumi di Balcani e dai colori jazz di Katerina Polemi. Nuovi incontri e nuova musica per un artista che ha fatto dell’incontro, della curiosità artistica e del dialogo il cavallo di battaglia della sua precisa e forte identità musicale.

Partenze, che esce per la label Visage Music di Pistoia ed è distribuito da Materiali Sonori, è un viaggio verso Sud, un Sud dal quale si parte e a cui si ritorna. Un Sud che è porto di approdo e di partenza.  Sud non solo come luogo geografico e fisico reale, ma come luogo culturale e mentale: che siano le terre del nostro Stivale o della nostra Sicilia, oppure che siano l’Africa, l’America latina, l’Oriente. Centrale il concetto stesso di viaggio e di migrazione: il viaggio di chi cerca fortuna, di chi cerca lavoro, di chi lo perde, di chi, in fin dei conti, capisce che la fortuna non è solo l’inseguire un lavoro, ma piuttosto perseguire un benessere psichico, relazionale, affettivo ed emotivo, vera benzina del motore della vita.

I suoni di questo disco, che si avvale della preziosa collaborazione e produzione artistica del grande Riccardo Tesi, nascono indiscutibilmente a sud, in particolare nel Salento. Prendono i propri profumi dalle coste e dalla bassa vegetazione del Mediterraneo. Si lasciano contaminare dall’Africa, cugina di ritmi e melodie a cui molto deve la nostra cultura musicale. Gli strumenti sono quanto mai variegati: pianoforte, percussioni afro, chitarre elettriche, archi, e molto altro.

La produzione artistica, come si diceva, è stata curata dal Maestro Riccardo Tesi, compositore e organettista di fama internazionale, considerato uno dei musicisti più audaci e autorevoli della nuova scena world europea. Riccardo Tesi vanta collaborazioni dalla musica etnica (Elena Ledda, Justin Vali, Kepa Junkera; John Kirkpatrick, Patrick Vaillant) al jazz (Giorgio Mirabassi) fino alla grande canzone d’autore (Ivano Fossati, Fabrizio De Andrè, GianMariaTesta). Tesi è il fondatore del progetto Banditaliana. L’album è prodotto da Visage Music di Pistoia e distribuito da Materiali Sonori.