Home Salute e Benessere

Alimenti che fanno male: il gelato industriale

CONDIVIDI

In estate tendiamo a mangiarne in gran quantità, specialmente quando fa molto caldo. E’ comodo e pratico, basta acquistarlo al supermercato e metterlo in congelatore e l’abbiamo a disposizione quando vogliamo. Stiamo parlando del gelato industriale o confezionato.

Gelato (Pixabay)
Gelato (Pixabay)

Nell’elenco degli alimenti che non fanno bene alla nostra salute c’è anche il gelato industriale. CheDonna.it vi spiega perché.

Gelato industriale

Italiani innamorati pazzi del gelato, tanto che in ogni città iniziano a spuntare gelaterie ovunque. Segno che nonostante la crisi economica crei ancora molte difficoltà il business dei gelati va gonfie vele. Gli italiani, infatti, non rinunciano a questo alimento goloso e rinfrescante, ricco di sostanze nutritive e in grado di sostituire perfettamente un pasto completo quando si tratta di un prodotto artigianale fatto con ingredienti freschi e genuini.

Il consumo annuo di gelato in Italia è di circa 15 kg a testa. Una quantità di tutto rispetto. Fortunatamente il 60% di questo consumo si indirizza verso il gelato artigianale. Il gelato industriale e pre-confezionato non fa molto bene alla nostra salute e secondo gli esperti di nutrizione è un alimento da evitare o quantomeno da limitare.

I gelati industriali, in vaschette, cono o stick, sempre più diffusi sono quelli mignon o mini, contengono tutta una serie di additivi, coloranti e conservanti che non sono proprio un toccasana per il nostro organismo.

Da qualche tempo, al gelato industriale viene aggiunta una particolare proteina, la ISP (Ice Structuring Protein), che ha lo scopo di mantenere il gelato cremoso anche a temperature molto basse e di rallentarne lo scioglimento. Questa proteina è ricavata in laboratorio da lieviti transgenici, quindi da un ingrediente OGM. Una proteina che secondo ricercatori indipendenti sarebbe in grado di provocare allergie in alcuni individui. Tuttavia, nel 2009 l’Unione Europea ha autorizzato la produzione di gelato con la proteina ISP, accontentandosi del parere favorevole espresso dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare e ha consentito che il nuovo ingrediente sia indicato in etichetta semplicemente come “proteina Isp”, escludendolo dalla regolamentazione prevista invece per gli Ogm. Bisogna dunque fare particolarmente attenzione ai gelati prodotti con questa proteina.

Gli altri ingredienti presenti nel gelato industriale che possono farci male sono i grassi vegetali ottenuti con sostanze chimiche. Tra questi ci sono l’olio di cocco e quello di palma, entrambi grassi saturi, dannosi per la salute. Il gelato industriale è poi ricco di additivi, conservanti, aromi e coloranti sintetici e una gran quantità di zuccheri. Infine, per mantenerne la morbidezza i gelati confezionati vengono gonfiati d’aria. Tutti motivi questi che dovrebbero indurci alla prudenza nell’acquistare il gelato industriale.