Home Attualità

Quello che gli asociali non vogliono

CONDIVIDI

Molte persone sono asociali e non gradiscono certe invadenze della loro sfera personale né certe domande troppo personali.

Donna arrabbiata (Thinkstock)
Donna arrabbiata (Thinkstock)

Oggi si parla di persone asociali quasi sempre con accezione negativa. Gli asociali sono visti spesso come misantropi che rifiutano il mondo e i rapporti con gli altri o peggio come persone affette da qualche patologia e bisognose di cure, altre volte vengono considerati semplicemente degli sfigati.
Non sempre però è così. CheDonna.it vi spiega perché e cosa non fare e non dire ad un “asociale”.

Asociali: come comportarsi

Non sempre essere asociale significa essere chiuso nei confronti del mondo o affetto da chissà quali disturbi psicologici. Spesso le persone genericamente apostrofate come “asociali” sono solo persone riservate che amano stare sole mentre non gradiscono le smancerie né mettere troppo in mostra i loro sentimenti. Atteggiamenti che andrebbero rivalutati nell’era dei social network in cui viene messo in piazza di tutto e di più, anche situazioni che forse è meglio tenere per sé. In un’epoca in cui la privacy è praticamente scomparsa e le persone raccontano pubblicamente anche quello che fanno quando vanno al bagno, forse saranno proprio gli asociali a salvarci e a riportarci ad una dimensione più umana, meno esibita ed urlata.

Intanto, teniamo bene a mente i comportamenti da evitare se non vogliamo urtare la sensibilità di un asociale e allontanarlo per sempre dalla nostra vita.