Home Cultura

MUSICA: Gli Almamediterranea in concerto a Cagliari

CONDIVIDI

Almamediterranea1 BLa redazione di CheDonna, per la categoria Musica vi comunica che grazie all’uscita del quinto album “Sentieri di libertà”, un progetto ambizioso che fonde musica e impegno sociale per sensibilizzare sull’accettazione della diversità, gli Almamediterranea sono stati invitati ad esibirsi al festival “Musica Migrante” che si terrà il 16 agosto al centro polifunzionale Lazzaretto S. Elia di Cagliari.

Un grande evento sul tema dell’immigrazione che comprende una serie di conferenze e dibattiti su temi d’attualità, organizzato dalla Ass. Cult. DeAlma in collaborazione con ASCE (Associazione Sarda Contro l’Emarginazione), Ass. Madiba Sinnai e l’associazione sardo-senegalese Sunugaal.

Gli Almamediterranea saliranno sul palco alle ore 21.00 portando live i loro successi storici e i brani del nuovo album tra cui La Taranta del Dementee il singolo attualmente in rotazione radiofonica Radical Chic, con special guest FRANKIE HI-NRG che proseguirà poi la serata conducendo il dj set.

La band è formata da: Roberto Usai Almo (voce, chitarra, guitalele, bouzouki), Pamela Strazzera Panky (voce, cajon, djembe), Gigi Mirabelli (basso), Emanuele Pusceddu (batteria), Diego Milia Dieghi (banjo, violino, mandolino, armoniche, ukulele, tromba, trombone), Santino Cardia Santo (sax contralto, flauto traverso, sax soprano, clarinetto, chitarra) e Fabrizio Lai Fabrenji (chitarra, cavaquinho).

Gli Almamediterranea sono attualmente in tour con “Sentieri di Libertà live tuor 2015” e si esibiranno il 13 agosto a Teulada (CA).

Tenendo fede a quelli che sono i principi del gruppo fin dall’inizio della carriera, gli Almamediterranea scelgono con “Sentieri di libertà, registrato in parte all’Havana (Cuba) presso gli Abdala Studios, di far riflettere con la loro musica sulla società di oggi ma anche a sensibilizzare per la ricerca e lo sviluppo delle terapie alternative nel campo della medicina psichiatrica, sostenendo le teorie del Dott. Alessandro Coni ideatore e patron del progetto dell’associazione Libera Comunità Terapeutica intitolato appunto “Sentieri di libertà”.

La band nasce a Cagliari nel 2004 da un’idea di Roberto Usai. Nel 2007 pubblicano il primo disco autoprodotto dal titolo “Tuttoattaccato” e partecipano a diversi concorsi e festival nazionali quali il Mei Fest Faenza, il Concerto al Roxy Bar di Red Ronnie e il Festival della Canzone D’Autore di Isernia, dove vincono il premio della critica. Il secondo album si intitola “Male Bene” e vede la collaborazione di Erriquez della Bandabardò, Francesco Moneti Fry dei Modena City Ramblers, Luca Morino dei MAU MAU ed altri. Segue nel 2011 la raccolta “Sandalia” con tre brani inediti. Nel 2012 esce il quarto album “Popolo di onesti” dove, ancora una volta, sono diverse le collaborazioni: oltre a vari esponenti del panorama musicale sardo, come il rapper Ruido Zero Cloni, Paolino Secchi “Paolinho” voce dei Train To Roots, ritroviamo Fry Moneti e si aggiunge Davide Morandi, rispettivamente violino e voce dei Modena City Ramblers. Nel 2013 gli Almamediterranea salgono sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma. Il 2014 è l’anno della tournée cubana e del lavoro al disco con cui festeggeranno 10 anni di attività.