Home Attualità

Erediteranno 37 milioni di dollari ma solo a severissime condizioni!

CONDIVIDI

Il denaro, soprattutto se immaginato in quantità sproposita, potrebbe davvero dare alla testa.

Il rischio sussiste qualsiasi sia l’età di chi eredita ma a maggior ragione se quest’ultimo è ancora davvero troppo giovane per capire quali potrebbero essere le reali conseguenze del diventare più che facoltoso da un giorno all’altro.

E’ proprio questo il motivo della scelta di un padre che, nella scrittura del proprio testamento a favore delle figlie, ha deciso di lasciar loro una vera e propria fortuna ma ponendo su di essa delle rigide condizioni.

Vediamo quali sono.

Dollari

Condizioni rigorose ma più che sensate

Questa notizia ci giunge dal NYpost nel quale si legge di due sorelle, Marlena di 20 anni e Victoria di 17, entrate recentemente in possesso, o meglio in virtuale possesso, di un’eredità davvero imponente.

Maurice Loboz, noto agente immobiliare newyorkese e padre delle due ragazze, è venuto recentemente a mancare all’età di 77 anni lasciando loro un vero e proprio capitale: 37 milioni di dollari.

Una cifra da capogiro che, se finita direttamente nelle mani delle due teenager (o quasi nel caso della prima) avrebbe rischiato di far loro perdere la testa. Motivo per il quale Mr Loboz, in fase di stesura del testamento, ha richiesto, affinché le figlie potessero ereditare la somma loro lasciata, che venissero da loro rispettate alcune fondamentali ed imprescindibili condizioni.

Prima tra tutte l’età anagrafica: prima dei 35 anni le due non vedranno un dollaro. Secondo poi lo studio: dovranno entrambe laurearsi in una prestigiosa università (tanto più sarà prestigiosa tanti ulteriori “bonus” monetari avranno), dovranno trovare un buon impiego, dovranno trovare un buon partito e sposarsi e in ultimo non dovranno assolutamente avere figli prima del matrimonio e al di fuori di esso.

Soddisfatte tutte queste condizioni la fortuna, equamente spartita è chiaro, sarà loro.

Ulteriore bonus di 500mila dollari verrà loro concesso se, prima di convolare a nozze, faranno firmare una clausola al futuro consorte nella quale quest’ultimo si impegnerà a non toccare un centesimo dei loro soldi.

Insomma delle condizioni a dir poco esigenti ma data la somma in ballo probabilmente molto più che giustificate.