Home Intimità

Tradimento in vista? Scoprilo da un piccolo dettaglio

CONDIVIDI

Una predisposizione, un vizio, un’infausta casualità. Il tradimento può essere tante cose e, a detta di alcuni ricercatori, persino frutto di un inimmaginabile piccolo dettaglio. Quale? Te lo svela CheDonna.it.

Photo by Pixabay
Photo by Pixabay

Nessuna legge universale, naturalmente, solo una particolarità ricorrente che potrebbe trovare un tratto comune alle coppie distrutte da un terzo incomodo.

Il dettaglio sintomo di tradimento

Avete mai sentito parlare della teoria dell’anulare lungo? Formulata da alcuni ricercatori inglesi, questa particolare norma pare ipotizzare che, se su una singola mano l’anulare è più lungo dell’indice, la persona portatrice di tale caratteristica è “naturalmente incline” al tradimento.

Come a dire che, la prossima volta in cui vi si presenterà un ragazzo, osservate bene la mano prima di stringerla: se la lunghezza di indice e anulare sarà identica avrete per le mani il perfetto marito, altrimenti meglio lasciar subito perdere.

Un campione di ben 1300 individui pare aver confermato tale teoria, conferendole inoltre una base più che scientifica: l’anulare si allunga infatti a discapito dell’indice quando il feto assorbe un maggior quantitativo di testosterone, l’ormone che guida il desiderio. Un caso dunque se questo dettaglio contraddistingue il traditore? Pare proprio di no!

Occhio alle mani dunque per il prossimo incontro: per molti sono da sempre indice di sensualità ma da oggi saranno anche termometro di fedeltà.