LIBRI: ‘Una lezione di ignoranza’

pennac-lezione-piattaOggi, CheDonna, per la categoria Libri, vi propone una novità: Una lezione di ignoranza in libreria da giovedì 5 novembre.

Daniel Pennac, una laurea ad honorem dall’Università di Bologna, un discorso sul tema a lui tanto caro: l’amore per la lettura… Pensate che sia da folli credere ancora nel potere della lettura? Noi no.

Affabulatore intelligente e mai scontato, che parla alle menti e anche ai cuori, regala proprio la lectio magistralis che tenne in occasione del conferimento della laurea e un secondo testo sulla fondamentale importanza dei maestri, che proprio grazie al loro ruolo possono trasmettere l’amore per la conoscenza e formare un vero lettore, curioso di tutto il mondo che lo circonda.

Il signor Malaussène per questa volta non è stato chiamato all’ufficio reclami, bensì alla prestigiosa Università di Bologna in occasione del conferimento della laurea ad honorem in Pedagogia nel marzo 2013 al suo geniale, pungente e ironico creatore: Daniel Pennac.

E chi meglio di uno scrittore come lui, che nel 1992 pubblicò il famoso saggio Come un romanzo in cui stilò i celeberrimi “diritti del lettore”, che ha sempre vissuto per e con i libri, la lettura e la scuola, nonostante il suo curriculum scolastico che lo bolla come pessimo allievo, ha potuto meritarsi questo prestigioso riconoscimento?

Daniel Pennac, già professore di francese in un liceo di Parigi, è romanziere eclettico, autore di testi teatrali e monologhi, autore di svariati libri per ragazzi, saggi, nonché sceneggiatore di fumetti. Nel 1985 comincia la fortunata saga che gira intorno a Benjamin Malaussène e alla sua multietnica famiglia, ambientata in un quartiere della banlieu di Parigi, Belleville (interamente pubblicata da Feltrinelli). Ha scritto anche avvincenti saggi, a cominciare da Come un romanzo, Ecco la storia, Diario di scuola, per finire con Storia di un corpo. Ha vinto il Premio internazionale Grinzane Cavour (2002) ed è stato insignito della Legion d’onore per le arti e la letteratura (2005).

Da leggere