LIBRI ‘Piccoli esperimenti di felicità’

coverOggi, CheDonna, per la categoria Libri, vi propone una novità: Piccoli esperimenti di felicità.

Pubblicato inizialmente come feuilleton, Piccoli esperimenti di felicità si è guadagnato il titolo di caso editoriale in Olanda con le sue 16 settimane di permanenza in cima alla classifica e lo scoppio di una vera e propria “Hendrik Groen mania”. Un successo determinato anche dalla leggerezza, umanità e ironia con cui ha affrontato un tema di attualità molto controverso: quello della dolce morte. Sull’onda dell’entusiasmo, è stato creato in Olanda il “Club del Libro più anziano” che vanta il primato dell’età media di partecipanti più alta al mondo (86 anni, il cui membro più anziano è un novantottenne). Dal romanzo sarà presto tratta una serie tv.

Hendrik non ha mai compiuto un solo atto di ribellione, ha sempre fatto buon viso a cattivo gioco, ma a ottantatre anni e un quarto si chiede se davvero ne sia sempre valsa la pena. E soprattutto se vale la pena di continuare così. Perciò, Hendrik decide due cose. La prima: farsi dare dal suo medico la pillola della dolce morte. La seconda: concedersi un anno ancora, prima di prenderla, ponendosi come obiettivo per ognuno dei 365 giorni quello di fare qualcosa di nuovo, esaudendo i desideri sempre repressi e imbattendosi nelle avventure sempre sognate. Così nasce il Club dei vecchi ma non (ancora) morti, che prevede regole di ammissione rigidissime: non tutti gli ospiti della casa di cura in cui Hendrik vive, anche se ardimentosi di entrarvi, potranno averne accesso. Solo così si potrà partecipare alle varie attività. In quest’anno di vita, che Hendrik racconta con attenzione ed emozione, succederanno tante cose. Molte cose che Hendrik scoprirà, molte che invece perderà, molti piccoli esperimenti di felicità. E alla fine si vedrà chi l’avrà vinta: la pillola o una nuova primavera da attendere.

Hendik Groen, pseudonimo dietro al quale si cela un autore misterioso.

Da leggere