Nonni: 5 cose da fare con loro prima che sia troppo tardi

Ammettiamolo, quando siamo piccoli i nostri nonni sono anche i nostri ‘idoli’, ci coccolano, ci viziano, ci fanno sentire importanti ed amati. Poi arriva l’adolescenza e qualcosa in noi cambia, siamo troppo presi dai primi amori che ci fanno penare, dai primi brufoli da curare, dai nostri caratteri da formare e dal rincorrere l’accettazione da parte dei nostri ‘simili’ per donare ancora il nostro ‘prezioso’ tempo a quei simpatici ma ingombranti vecchietti che silenziosamente ci vorrebbero ancora proteggere da questo mondo così insidioso. Arriva quasi il punto in cui ci pesa la visita della domenica a casa loro, perché vorremmo andare in giro, uscire, iniziare a sentirci ‘liberi’ dai legami del passato, vorremmo sentirci grandi e iniziamo a darli per scontati.

nonno-altalena-Bwnjkm5IAAAjTaj

Ma nessuno è eterno, tanto meno loro, che già nel momento in cui ci stringono in braccio per la prima volta lo fanno con la consapevolezza che probabilmente saranno i primi a doverci dire addio, troppo grandi forse per poterci vedere sposati, genitori a nostra volta. Il tempo con loro allora assume un peso diverso, ed anche noi, sebbene ancora giovani, dovremmo renderci conto di quanto vuoto lasceranno un domani, quando matureremo ed allora avremo tanto bisogno della loro saggezza, della loro esperienza, dei loro aneddoti di una vita passata e vissuta in maniera completamente diversa dalla nostra.

Cosa possiamo fare allora per fare tesoro il più possibile di queste quattro colonne finché sono in vita, per non dire un domani ‘avessi dedicato loro più tempo’? Ecco i nostri consigli, 5 cose da fare finché ancora siamo in tempo, finché ancora le loro forze e la loro mente gli permetterà di regalarci tasselli di vita che solo loro col loro amore incondizionato possono donarci.