Tragico selfie per una ragazza russa

La moda di scattarsi i seflie può rivelarsi molto pericolosa.

Un ponte a Mosca (YURI KADOBNOV/AFP/Getty Images)
Un ponte a Mosca (YURI KADOBNOV/AFP/Getty Images)

Selfie letale per una ragazza russa di 21 anni. Purtroppo non è la prima volta che si verificano casi come questo. I dettagli da CheDonna.it.

Un selfie che toglie la vita

Anna Krupeynikova, ragazza russa di 21 anni, era in gita insieme ad un gruppo di amici per festeggiare il compleanno di uno di questi poco fuori la città di Mosca. Una giornata spensierata per i ragazzi e per Anna una doppia occasione di festa visto che si era laureata da poco e nelle prossime settimane avrebbe compiuto 22 anni.

Quella che però avrebbe dovuto essere una giornata di allegria e divertimento si è trasformata in tragedia.

Mentre era in compagnia degli amici, Anna si è allontanata un momento dal gruppo per scattarsi una foto, un selfie, su un ponte vicino. Un gesto comune a tantissime persone, quando vogliono farsi una fotografia con il proprio cellulare, da condividere poi con gli amici, magari sui social network. Questa moda di scattarsi foto con il cellulare ha preso il nome di selfie, dall’inglese self, pronome riflessivo.

Anna si è sporta dalla recinzione del ponte per scattarsi il selfie con il paesaggio che aveva alle spalle. Uno scatto che doveva essere perfetto nelle sue intenzioni. Ma le cose non sono andate come avrebbe voluto. Improvvisamente la giovane ha perduto l’equilibrio ed è caduta dal ponte, schiantandosi al suolo sottostante. E’ morta sul colpo.

Gli amici hanno raccontato di non essersi accorti subito di quello che stava accadendo. I ragazzi hanno raccontato alla polizia di aver “sentito un tonfo” e poi di non aver visto più Anna. Sembra che la ragazza si sia appoggiata ad una recinzione che ha ceduto, facendola precipitare nel vuoto.

La polizia indaga sul caso, per accertare se quel giorno i ragazzi, che tuttavia negano, avessero bevuto e per verificare se la recinzione del ponte fosse pericolante.

L’anno scorso in Russia per colpa dei selfie scattati in luoghi pericolosi sono morte 10 persone, mentre circa un centinaio sono rimaste ferite

Da leggere