Elena Ceste: al via il processo contro il marito

Partito il processo contro il marito di Elena Ceste.

elena cesteE’ iniziato davanti alla Corte d’Assise di Asti il processo per la morte di Elena Ceste. I particolari da CheDonna.it.

Processo per la morte di Elena Ceste

Ieri mattina si è aperto il processo nei confronti di Michele Buoninconti, il marito di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d’Asti scomparsa a gennaio del 2014 e trovata cadavere in un canale non lontano da casa il successivo 18 ottobre.

A seguito del ritrovamento del corpo della donna, il marito, 47 anni vigile del fuoco, su cui già gravavano i sospetti degli inquirenti, è stato arrestato con le accuse di omicidio premeditato volontario e occultamento di cadavere. Buoninconti, arrestato lo scorso 29 gennaio, è l’unico indagato per la morte di Elena. I quattro figli piccoli della coppia sono stati affidati ai nonni materni, che si sono costituti parte civile nel processo anche per conto dei nipoti.

Il processo contro Michele Buoninconti, che si è sempre dichiarato innocente, si svolge con il rito abbreviato e a porte chiuse in Corte d’Assise ad Asti. L’uomo è difeso dagli avvocati Chiara Girola e Massimo Tortoroglio. Il giudice del processo è il magistrato Roberto Amerio.

La concessione del rito abbreviato al marito di Elena Ceste aveva suscitato le proteste delle amiche della donna, che a fine giugno hanno organizzato una manifestazione davanti al Ministero della Giustizia a Roma.