Bobbi Kristina in fin di vita viene citata in giudizio

Un tragico destino quello della figlia di Whitney Houston.

Bobbi Kristina Brown (Frazer Harrison/Getty Images)
Bobbi Kristina Brown (Frazer Harrison/Getty Images)

La madre era morta a 48 anni nel 2012, trovata priva di vita nella vasca da bagno di una camera di albergo a Beverly Hills, provata dal lungo abuso di alcol e droghe, la figlia quasi tre anni dopo stava per fare la stessa fine, trovata in bagno priva di sensi, forse un tentativo di emulazione. La ragazza è in coma da mesi e nonostante il risveglio ad aprile le sue condizioni sono sempre state gravissime e negli ultimi tempi addirittura peggiorate. Ma alla storia della povera Bobbi Kristina di aggiunge un altro triste particolare. Ve lo racconta CheDonna.it.

Bobbi Krisitna citata in giudizio

Bobbi Krisitna Brown, figlia dei cantanti Whitney Houston e Bobby Brown, ricoverata in una clinica specializzata dopo essere finita in coma lo scorso 31 gennaio e ridotta ormai allo stato vegetativo, è stata citata in giudizio. A volerla trascinare in tribunale è Russell Eckerman, un uomo della Georgia, che accusa la ragazza di essere responsabile di un grave incidente stradale e le chiede un risarcimento di 730.000 dollari, la somma che l’uomo avrebbe sborsato tra danni e spese sanitarie a seguito dell’incidente che la ragazza avrebbe causato.

Prima che Bobbi Kristina cadesse in coma avrebbe avuto un incidente stradale con Russell Eckerman. Bobbi guidava la sua Jeep a velocità sostenuta e dopo aver forato una gomma si è scontrata con Eckerman, che viaggiava a bordo di una Fort Taurus. Nell’incidente l’uomo avrebbe avuto la peggio, riportando gravi fratture in tutto il corpo, dal viso, alla colonna vertebrale e al cranio, oltre a diverse altre ferite. Eckerman è stato ricoverato in gravi condizioni e sottoposto a coma farmacologico. Si è salvato dopo un lungo calvario. A seguito delle gravi conseguenze subite, ha citato in giudizio la ragazza. Per l’incidente, tuttavia, l’uomo ha fatto causa anche alla Ford Motor Company, la casa automobilistica della sua vettura, poiché cinture di sicurezza e air bag non avrebbero funzionato correttamente.

Della causa di occuperanno i tutori di Bobbi Kristina, il padre Bobby Brown e la zia materna Pat Houston, anche se la loro principale preoccupazione ora riguarda le condizioni di salute della ragazza.

Da leggere