Domenico Maurantonio, i Pm smentiscono: non era solo

I magistrati che seguono il caso di Domenico Maurantonio, lo studente di 19 anni caduto dal quinto piano di un hotel di Milano durante una gita, smentiscono le ultime indiscrezioni uscite.

Domenico-MaurantonioNon è vero che Domenico era solo quando è precipitato dalla finestra dell’hotel di Milano. Lo dicono i pubblici ministeri che indagano sul caso, smentendo le indiscrezioni di stampa uscite nelle ultime ore. Ve lo spiega CheDonna.it.

Domenico non era solo

Alcune indiscrezioni provenienti da fonti investigative, e riportate da tutti gli organi di stampa, avevano sostenuto che Domenico Maurantonio fosse solo quando è precipitato dalla finestra del quinto piano dell’albergo Leonardo Da Vinci di Milano, la notte tra il 9 e il 10 maggio, mentre era in gita all’Expo con la sua scuola.

Poche ore dopo la diffusione della notizia, però, è arrivata la precisazione dei magistrati che indagano sul caso che hanno dichiarato: “Non è ancora stato possibile escludere alcuna ipotesi né arrivare ad una ricostruzione ‘plausibile’ di quanto successo in quella tragica gita”. E’ ancora presto, dunque, per poter affermare se Domenico fosse solo oppure no nelle ore in cui si consumava il suo dramma.

Le indagini non sono ancora finite e i magistrati sono in attesa dei risultati definitivi del test del Dna sul materiale genetico trovato sotto le unghie del ragazzo e dell’analisi cinetica sulla sua caduta. Non si possono formulare ancora ipotesi definitive.

Dalla famiglia del ragazzo, il padre, Bruno Maurantonio, ha commentato: “Le voci uscite in queste ore e attribuite agli inquirenti sono prive di qualsiasi fondamento. Le indagini non sono chiuse, sono solo illazioni. Non crediamo fosse solo. Continuiamo ad avere fiducia negli investigatori e nei magistrati”, ha sottolineato.

Nel frattempo i compagni di scuola di Domenico si sono difesi dai sospetti di un loro coinvolgimento nel caso: “Ci hanno buttato addosso moltissimo fango, abbiamo sempre detto la verità”.

Le indagini vanno avanti, mentre la morte di Domenico resta avvolta ancora da molti dubbi.