Maturità: Tacito per il liceo classico

Secondo giorno di prova scritta per l’esame di Maturità.

Studenti (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)
Studenti (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

La seconda prova scritta all’esame di Maturità. Le ultime notizie da CheDonna.it.

Esame di Maturità: secondo giorno

Dopo la prova di italiano di ieri, oggi è il giorno della seconda prova scritta per l’esame di Maturità.

Al liceo classico è uscito Tacito, con la versione di latino sugli ‘Ultimi giorni di Tiberio‘, dal libro VI, paragrafo 50 degli Annales. Per la prima volta, quest’anno, la versione è accompagnata da una breve introduzione che spiega il contesto: “Un famoso medico, tastando il polso dell’imperatore Tiberio, ne pronostica la fine imminente: dopo pochi giorni l’imperatore viene creduto morto. Mentre Caligola inizia a gustare le primizie del potere, improvvisamente Tiberio si riprende…”. Per i ragazzi questa era la versione più temuta. L’ultima volta che Tacito era uscito alla maturità era stato nel 2005.

Al liceo scientifico, per la prova di matematica, sono stati proposti due problemi: uno studio di funzioni e il piano tariffario di un operatore telefonico per chiamate all’estero. Nel primo problema lo studio di funzione viene introdotto mediante un quesito di carattere pratico; nel secondo, date le tariffe di un operatore telefonico in roaming per le chiamate, bisogna individuare l’andamento della spesa telefonica in base ai minuti di chiamate effettuate.

Al liceo delle Scienze umane è stata proposta, invece, una riflessione sul rapporto tra scuola e lavoro.

Ieri per la prova scritta di italiano era uscito Calvino e un un brano da “Il sentiero dei nidi di ragno”, per l’analisi del testo, e Malala e il diritto all’istruzione, per il tema di attualità. Le altre tracce: per il tema storico è stata chiesta agli studenti una riflessione sulla Resistenza, a 70 anni dalla fine della Seconda guerra mondiale; per il saggio breve o articolo di giornale in ambito artistico-letterario è stato proposto il soggetto “la letteratura come esperienza di vita”; per il saggio in ambito tecnico scientifico è stato invece proposto il mondo della comunicazione trasformato dallo sviluppo scientifico e tecnologico e dominato dalla connettività; poi per il saggio breve/articolo di giornale anche il Mediterraneo e le sfide del XXI secolo.

La traccia che più ha avuto successo tra gli studenti è stata quella del saggio in ambito tecnico scientifico sui cambiamenti apportati nella vita quotidiana dallo smartphone.

Da leggere