Treni: i più pericolosi d’Italia

Dopo la terribile aggressione con machete a Milano, è cresciuto il bisogno di sicurezza a bordo dei treni italiani. Alcune tratte sono particolarmente pericolose. Scopriamo quali.

Treno (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)
Treno (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Ferrovie dello Stato e sindacati hanno diffuso l’elenco delle 15 tratte ferroviarie più pericolose nel nostro Paese e hanno lanciato un avvertimento: senza polizia a bordo non partiamo. I dettagli da CheDonna.it.

I 15 treni più pericolosi d’Italia

Ieri Ferrovie dello Stato e sindacati dei ferrovieri hanno lanciato insieme l’allarme sui treni più pericolosi in Italia, si tratta di 15 convogli in 7 Regioni. “Se dal 26 giugno sui treni più a rischio non sarà assicurata la scorta delle forze dell’ordine ai capitreno, quelle corse non partiranno”, hanno avvertito. L’ultimatum fa seguito allo choc della scorsa settimana per la brutale aggressione con machete a due ferrovieri da parte di alcuni ragazzi sudamericano appartenenti ad una gang criminale, a bordo di un treno sul passante di Villapizzzone a Milano.

I treni che rischiano di essere cancellati attraversano le seguenti Regioni: Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Piemonte, Toscana e Veneto. Si tratta soprattutto di treni regionali, dove borseggi, furti, aggressioni a passeggeri sono più frequenti e dove maggiore è il numero di persone che sale sul treno senza il biglietto. E chiedere il biglietto per il personale di servizio può rivelarsi molto pericoloso, come è accaduto giovedì scorso a Milano. “I passeggeri senza biglietto talvolta si ribellano, se chiediamo i documenti danno in escandescenza”, hanno detto i ferrovieri.

I sindacati si sono sfigati: “Non possiamo più rischiare la vita, c’è un urgente bisogno di agenti a bordo dei treni”. L’elenco dei treni pericolosi riguarda in particolare quelli della sera e nelle prime ore del mattino. “Molti treni sono fermi in stazione e il capotreno deve sgomberare le carrozze dalle persone che passano la notte all’interno”, ha spiegato Alfonso Langella, segretario aggiunto della Fit Cisl Campania.

I treni più pericolosi e a rischio soppressione sono i seguenti:

Firenze-Arezzo delle 7.08 (soprattutto tra Campo di Marte e San Giovanni Valdarno)
Firenze-Viareggio delle 7.53 (soprattutto tra San Miniato e Viareggio)
Nettuno-Roma Termini delle 6.58 e quello delle 17.42
Napoli-Roma Termini delle 6.22
Sapri-Napoli delle 12.55
Torino Porta Nuova-Cuneo delle 17.25 e il ritorno delle 19.24
Torino-Ventimiglia delle 6.25
Bologna-Venezia delle 21.20
Venezia-Trieste delle 6.41
Piacenza-Ancona delle 18.52
La Spezia-Sestri Levante delle 10.06
Sestri Levante-Savona delle 10.50
Ventimiglia-Milano delle 4.40

In base all’accordo tra Ferrovie dello Stato e sindacati questi treni potrebbero essere soppressi se non saranno messi in sicurezza con agenti di polizia a bordo.

Da leggere