Home Attualità

I migliori compiti per le vacanze di tutti i tempi

CONDIVIDI

Il libro di matematica, un romanzo ottocentesco, temi a non finire… Così ricordo i miei compiti per le vacanze e sono certa che in molti condivideranno le mie memorie.

La cosa, naturalmente, non rientra tra i ricordi più piacevoli dell’infanzia. Quella corsa finale per terminare tutto (o quasi) chiudeva puntualmente tutte le estati e, qualche anno dopo, mi ritrovo a chiedere: ma era davvero indispensabile? Se in epoca liceale il tutto poteva assumere una senso più o meno logico, durante le medie o le elementari la sensatezza appariva come qualche cosa di sempre più lontano.

Va bene rivedere quanto appreso durante l’anno ma la mole di carta appariva davvero sproporzionata rispetto a questo semplice obbiettivo. E poi, è davvero solo matematica e grammatica che la scuola deve insegnare?

Schermata 2015-06-05 alle 09.28.17

In quel di CheDonna.it abbiamo finalmente scovato la risposta al mio quesito. In una scuola che certo non attraversa la sua epoca d’oro c’è chi, fortunatamente, crede ancora di dover insegnare ben più di formule e regole. E così, proprio quei compiti  per le vacanze diventano qualche cosa di decisamente migliore.

Ecco i compiti per le vacanze perfette

“Individuare un vecchio albero” al posto delle proprietà delle moltiplicazioni, “scrivere una lettera alla nonna” piuttosto che temi sui viaggi fatti, “imparare il valore di saper amare gli altri” e non le regole della grammatica inglese.

Ecco i compiti per le vacanze assegnati da due maestre ai loro giovani alunni: non un tentativo di trasformare l’estate in occasione di recupero o ripasso di quanto appreso durante l’anno, ma la volontà di insegnare qualche cosa di nuovo e altrettanto importante. Il valore delle piccole cose, del riprendersi il proprio tempo, dello scoprire ciò che davvero è importante e può render migliori le nostre giornate.

Tutte cose forse dimenticate ai tempi d’oggi ma chi meglio della scuola può insegnare alle future generazioni ad apprezzarle nuovamente? Se queste insegnanti centrassero l’obbiettivo non solo renderebbero migliore la scuola ma forse salverebbero anche il futuro: allora sì che i compiti per le vacanze diventerebbero davvero indispensabili.

Schermata 2015-06-05 alle 09.27.29

Schermata 2015-06-05 alle 09.43.03