Home Psiche

Il significato profondo delle fobie e come superarle

CONDIVIDI

Fare i conti con la propria interiorità non è decisamente un atto che la società ci insegna a compiere quotidianamente. Corriamo, ci impegniamo, ci preoccupiamo, ci riempiamo di oggetti e poi all’improvviso eccolo, silenzioso come una farfalla e dirompente come un temporale, l’attacco di panico.

paure

Gli attacchi di panico sono l’equivalente di una paletta rossa posta di fronte al nostro incedere. Uno stop gigantesco messo dal nostro corpo e dalla nostra mente che vogliono gridarci la loro esistenza. Siamo arrivati ad un bivio e da prassi dobbiamo operare una scelta. Le due scelte sono, far finta di nulla oppure fermarsi e iniziare un viaggio dentro di noi, il più doloroso e difficile della nostra vita forse, ma anche quello che la renderà piena e meravigliosa. Chedonna.it vuole regalarvi dei piccoli strumenti per comprendere la natura delle vostre fobie e fornirvi le indicazioni per aiutarvi o farvi aiutare.

Paure e fobie, l’altra faccia del nostro io

Le paure e le fobie per qualche elemento specifico, non sono altro che la manifestazione inconscia delle nostre emozioni bloccate, dei nostri traumi e delle esperienze che abbiamo serbato nel profondo per tutta la vita.

Queste emozioni riescono fuori di fronte ad un vissuto simile a quello che in infanzia o a volte anche nel grembo materno ci ha traumatizzato. Noi siamo la nostra storia e portiamo sulla pelle, nelle viscere e nella testa un data base di emozioni e di pensieri che ogni giorno fluiscono normalmente e poi abbiamo un file segreto dove riponiamo tutto ciò che ci fa paura.

Questo perchè non siamo stati abituati ad andare in fondo alle nostre emozioni quando le viviamo. Se per esempio un bimbo piccino piange perchè vede un mostro nel buio della sua cameretta, i genitori possono seguire diverse strade per tranquillizzarlo. Ci sarà chi fa finta di nulla certo che supererà da solo il trauma e smetterà di piangere, chi minimizzerà l’accaduto non considerando minimamente la percezione di paura del piccolo e poi ci sarà chi utilizzerà sapientemente la paura per parlare con il bimbo e scoprire cosa vede nel buio e dissolvere così ogni trauma.

Secondo voi chi dei tre bimbi sarà preda delle fobie per molto tempo della propria vita?

Scavare nel profondo di noi stessi, la via d’uscita dai tunnel della paura

Abbiamo capito che ogni paura o fobia non è fine a se stessa e le radici di queste emozioni negative è dentro di noi e per questo dobbiamo scavare nel profondo del nostro cuore e della nostra mente per ritrovare il momento in cui quella paura è entrata a far parte della nostra vita.

Una volta ritrovato il nodo lontano potremo impegnarci ad accettarlo e a scioglierlo. A quel punto non conterà che tipo di fobia ci opprime, sia quella per i ragni, per il buio o per il vuoto, perchè abbiamo capito che l’origine e la soluzione li troveremo dentro di noi. Dobbiamo solo decidere di volerle superare per vivere pienamente la nostra esistenza.

Come superare le fobie e le paure

Per sciogliere il nodo delle nostre emozioni bloccate potremo seguire diversi tipi di terapie, prima su tutte la psicanalisi. Un buon terapeuta vi accompagnerà dolcemente a prendere contatto con voi stessi e con le vostre emozioni. Una terapia  alternativa  può  essere l’ipnosi regressiva che al contrario della psicanalisi vi immergerà bruscamente nel vostro trauma e non tutti siamo pronti ad un corpo a corpo con noi stessi.

I fiori di Bach sono un ottimo aiuto per scavare nella nostra psiche e far riaffiorare le emozioni anche quelle più lontane. Dovrete essere bravi poi ad accettarle e superarle con l’aiuto del floriterapeuta.

Qualsiasi terapia o viaggio sceglierete una certezza dovrà accompagnarvi, quella che state facendo il più bel regalo a voi stessi!