Home Attualità

Fire challenge: tra gli adolescenti una nuova moda mortale!

CONDIVIDI

Saltuariamente assistiamo alla nascita di nuove, pericolosissime mode, che tra gli adolescenti più scriteriati prendono piede ad una velocità allarmante. Sdraiarsi sui binari di un treno, gettarsi davanti alle macchine in corsa per tentare di scansarsi all’ultimo secondo, picchiarsi selvaggiamente scommettendo su chi sia il primo a perdere i sensi e così via.

E’ di questi giorni una nuova “sfida” che si sta diffondendo tra i giovani (in particolare in America) e che rischia di mietere più vittime di quanto non abbiano fatto tutte le precedenti messe insieme.

Si tratta del “Fire Challenge“.

Fire challenge

Ci sono già decine di feriti e una vittima

Immaginandosi probabilmente fachiri, questi ragazzi sfidano la sorte cospargendo il proprio corpo con sostanze infiammabili quali alcool o benzina per poi darsi fuoco. Questo supponendo che l’acqua di una doccia, all’interno della quale spesso si svolge la “sfida“, possa essere sufficiente a spegnere le fiamme che li avvolgerà.

A dimostrazione di quanto questo sia assolutamente falso e decisamente pericolosissimo ci sono le decine di feriti tra gli adolescenti che hanno deciso di provarsi in questa nuova, ma decisamente più folle e al limite del tentato suicidio, versione del famoso “Ice bucket challenge”.

Due ragazzini, Tyler e Shaun O’Connor, rispettivamente di 9 e 11 anni, sono rimasti gravemente feriti in seguito ad un tentativo di sfida al “Fire challenge” tanto da spingere i loro genitori a richiede a YouTube la rimozione del video nel quale i figli si davano letteralmente alle fiamme.

Secondo alcune fonti il “Fire Challenge” avrebbe fatto anche la sua prima vittima tra gli adolescenti, le cui generalità non sono però ancora state divulgate.

A mettere in guardia sui rischi di questa insensata moda è lo stesso portavoce del comando centrale dei vigili del fuoco statunitensi: “Una follia stupida e pericolosa. È praticamente ovvio che possa causare gravissimi danni alla persona, inoltre il fuoco può facilmente propagarsi sui mobili e su qualsiasi altra superficie infiammabile in casa, risultando rischiosa per gli altri”.

Dal filmato che vi stiamo per proporre (e di cui consigliamo la visione a chi non sia facilmente impressionabile) oltre all’evidente pericolo derivante dal dare fuoco al proprio corpo, è possibile vedere in più di un’occasione il rischio che si corre di appiccare un incendio partendo proprio dalle tende o dalla mobilia presente nella stanza in cui la “sfida” ha corso.

La raccomandazione a questo punto è tanto scontata quanto d’obbligo: evitare di fare sciocchezze di questo tipo. Le conseguenze possono essere assolutamente drammatiche.