Sì al ristorante, no ai chili di troppo: ecco come

Pensate che anche una sola cena fuori di troppo potrebbe mandare a monte il vostro piano dieta in previsione della prova costume? Con i giusti presupposti e sfruttando qualche asso nella manica, il pericolo potrebbe essere scongiurato.

Schermata 2015-05-14 alle 11.23.22

CheDonna.it vi confida qualche segreto che potrebbe permettervi di sedervi al tavolo del ristorante senza ansie e di alzarvi totalmente prive di rimorsi.

Trucchi per mangiare fuori casa senza ingrassare

Con la prova costume che aleggia sulla testa, i primi ad essere eliminati sono i pasti fuori casa. Si è spesso persuasi che, tra le mura domestiche, il controllo sul cibo sia più facile e spontaneo e la cosa certo non può che essere vera. Teniamo però conto anche del risvolto della medaglia: quanto può funzionare una dieta che ci costringe a continue privazioni? E’ pressoché scontato che presto o tardi cadremo in tentazione e, da lì, la strada sarà tutta in discesa.

Smettiamola allora di dire sempre “no” e impariamo i giusti comportamenti che ci permetteranno di goderci una cena al ristorante senza alcun senso di colpa.

1 – La giusta location: optate per ristoranti dall’ambiente rilassato, magari anche un po’ romantico. E’ provato che qui si mangia con maggior lentezza e si scelgono piatti più misurati, a differenza dei locali con musica ad alto volume e tv a portata di mano: la frenesia ci porta ad esagerare a nostra volta.

2 – La giusta compagnia: l’istinto ci porta a scegliere piatti simili, se non uguali, alla persona con cui condividiamo il tavolo. Facciamo allora sì di avere la giusta influenza e cerchiamo quindi un amico morigerato con cui condividere il pasto fuori.

3 – Il giusto tavolo: da evitare i tavoli vicino alla tv o al bar. Nel primo caso ci faremo distrarre e ordineremo grandi quantità di cibo, nel secondo saremo portati ad esagerare con gli alcolici. In entrambi i casi, calorie a non finire.

4 – Il giusto ordine: soprattutto se vi trovate di fronte a un buffet, partite sempre dalle portate più leggere. Sembra che il primo piatto che si sceglie influisca poi in modo decisivo sull’intero pasto.

5 – La giusta impostazione mentale: pensate al vostro ordine in termini di fatica, quella che vi occorrerà poi per smaltire le calorie di troppo. Improvvisamente le patitine fritte avranno perso un po’ del loro fascino.

Da leggere