Home Attualità

Padre e nonno in 7 giorni. E ha solo 23 anni!

CONDIVIDI

Si sentono e si leggono spesso notizie circa giovanissime mamme ed altrettanto giovani nonne, ma una che coinvolga un ragazzo di 23 anni è piuttosto rara in effetti.

La storia che stiamo per raccontare arriva dal Daily Mail e si tratta, nonostante le apparenze, di una vicenda di estremo altruismo dai risvolti decisamente curiosi.

 Tommy

 

Ha deciso di abbandonare l’università per occuparsi della famiglia

Sulla pagina del suo profilo Facebook abbondano le fotografie di Tommy, questo il nome del 23enne protagonista di questa tenera vicenda, insieme ad una ragazza apparentemente quasi coetanea e di un bimbo piccolissimo.

Chi sono i due? Semplicemente sua “figlia” e suo “nipote“!

Per capire il perché delle virgolette occorre però fare un passo indietro e spiegare bene come si sono svolti i fatti.

Tommy Connolly è uno studente australiano della Sunshine Coast University. O per meglio dire lo era.

Alcuni mesi fa il ragazzo accettò l’amicizia di una lontana cugina 17enne di nome Louise (nome di fantasia data la minore età) che non vedeva da moltissimi anni. Entrato in confidenza con la giovane, quest’ultima ha iniziato in breve a confidarsi con lui raccontandogli di essere rimasta incinta di un ragazzo finito in carcere durante la gravidanza a causa di problemi legati alla tossicodipendenza. Problemi che purtroppo stava vivendo anche Louise stessa.

Intenerito dalla triste vicenda della cugina, Tommy ha così deciso di ospitarla a casa propria chiedendone poi la legale adozione, la quale gli è stata accordata in brevissimo tempo.

E’ accaduto così che il ragazzo è diventato anche “nonno” in quanto Louise ha messo al mondo suo figlio nel giro di una settimana dalla stessa adozione.

Non soddisfatto dell’enorme gesto di generosità compiuto, Tommy ha anche deciso di abbandonare gli studi e la preparazione atletica per le olimpiadi che stava svolgendo nel contempo, solo per potersi dedicare pienamente e completamente alla sua nuova famiglia. «Ho abbandonato tutto per dedicarmi alla mia cuginetta, ma per la famiglia si fa questo e altro. E poi lei è solo una bambina bisognosa di aiuto e non aveva colpe» ha serenamente dichiarato il giovane come se fosse la cosa più normale del mondo.