Home Make Up

5:2 skin diet, l’arma segreta per una pelle perfetta

CONDIVIDI

In tempo di prova costume, e relativi trattamenti anticellulite misti a regimi alimentari degni di un pulcino, pare che il mondo dei vip hollywoodiani sia preso da tutt’altro tipo di dieta. Chi ha sentito parlare della 5:2 skin diet? CheDonna.it vi presenta la nuova moda d’oltreoceano.

CBSJngnUQAAlicR.jpg-large

Versione dermatologica della celebre dieta 5:2, questo particolare regime che sta regolando la skincare di molte star promette di donare un incarnato sano e luminoso a tutte le donne. Quali trattamenti prevede? Assolutamente nessuno, anzi, professa la totale assenza di qualsiasi cosmetico.

Cos’è la 5:2 skin diet?

Se l’oramai celeberrima 5:2 diet professava la drastica riduzione delle calorie assunte in due giorni della settimana, la sua parente dermatologica enuncia gli strabilianti vantaggi del rinunciare a qualsiasi genere di make up per il medesimo periodo.

VIDEO NEWSLETTER

In pratica, trascorrere due giorni della settimana senza alcun tipo di trucco aiuterebbe la rigenerazione e la disintossicazione della pelle, favorendo l’eliminazione di tutti quei residui di trucco che nemmeno il demaquillage più accurato può realizzare.

Spiega a tal proposito il Dottor Noor Almaani: “Prendersi delle pause regolari dal make-up è una saggia decisione, in quanto si consente alla pelle di recuperare e di ridurre le irritazioni che possono essere causate dall’utilizzo del trucco per lunghi periodi di tempo”.

Come per tutte le teoria legate al benessere della persona, anche la 5:2 skin diet incontra però i suoi detrattori: c’è infatti chi sostiene che pause così brevi non siano sufficienti a compensare i lunghi periodi di schiavitù da make up, meglio dunque puntare su prodotti di qualità e struccati accurati. In fin dei conti chi ha detto che i cosmetici siano così acerrimi nemici della nostra pelle? Molti dermatologi sottolineano come la cosmesi abbia fatto passi da gigante, arrivando a concepire prodotti che si rivelano addirittura essere amici della pelle.

Dove si trova la verità dunque? Forse, come spesso accade, in una sana via di mezzo. Lasciar respirare la pelle in momenti mirati, come quando si va al mare o si fa attività fisica, non può che essere un bene. Occhio però ad uscire senza alcuno schermo tra il vostro volto e l’aria: inquinamenti e sole possono essere dannosi per la pelle ben più di un fondotinta. Stiamo dunque attente a struccarci sempre e in modo accurato, lasciando respirare la pelle quando siamo a casa o nei momenti più congeniali. Per il resto un po’ di contorni potrebbe essere un aiuto da non sottovalutare.