Home Attualità

Riprese del nuovo video di Nek interrotte per una rapina a Verona

CONDIVIDI

Episodio davvero curioso quello accaduto nel pomeriggio di oggi a Verona durante le riprese del nuovo videoclip di Nek.

A causa di una rapina ai danni di una gioielleria nel centro della città, la troupe dell’artista si è dovuta fermare a metà del lavoro.

 Nek Verona

 

Il set teatro di un inseguimento

Nel pomeriggio di oggi, proprio mentre il cantante di Sassuolo era intento a girare con la sua troupe il suo nuovo videoclip sulle sponde del fiume Adige, nel cuore di Verona, le riprese sono state interrotte da un assordante suono di sirene della Polizia.

Pochi minuti prima, infatti, in una strada del centro poco lontano dal set, tre malviventi, due polacchi ed un russo, era riusciti a rapinare, alquanto maldestramente, una gioielleria. Subito intercettati da Polizia e Vigili Urbani i tre si sono dati alla fuga a piedi portando con sé un bottino comunque di tutto rispetto: circa 6 milioni di euro in preziosi.

Proprio nel corso del rocambolesco inseguimento, all’altezza di Ponte del Castelvecchio, subito alle spalle di Nek e del suo staff, uno dei rapinatori ha lasciato cadere una busta nel greto del fiume. Si è inizialmente immaginato contenesse la refurtiva, anelli  gioielli vari, ma al suo interno erano invece state riposte le pistole giocattolo con i quali i tre poco abili criminali avevano minacciato titolare e dipendenti della gioielleria.

Le forze dell’ordine sono riuscite in brevissimo tempo a fermare i rapinatori riportando la calma nelle strade della città.

Nek ha così potuto continuare il suo lavoro, certamente ancora un po’ frastornato dall’improvvisa quanto strana interruzione, una volta ogni tanto non provocata dai suoi fan come spesso accade.