Home Attualità

10 cose che non tutti sanno su Kiss Me Licia!

CONDIVIDI

Per chi negli anni ’80 è stato bambino è impossibile non ricordare uno dei cartoni animati giapponesi più in voga dell’epoca: Kiss Me Licia.

Le avventure amorose di Licia, Mirko e Satomi, i guai combinati dal piccolo Andrea e il gatto Giuliano, le sfuriate di zio Marrabbio sono tutti i componenti di un cartone che ha tenuto compagnia a milioni di bambini nei pomeriggi tra un problema di matematica e una merenda a base di pane e Nutella.

Ci sono però alcune curiosità su Kiss Me Licia che forse non tutti conoscono e risposte a domande che tanti si sono posti.

Vediamole insieme!

 Kiss me Licia

 

Lo sapevate che…

1. Le parole pronunciate dal gatto Giuliano (frutto dei suoi pensieri) sono qualcosa introdotto solamente in Italia. Nella versione giapponese non c’erano.

2. Come la maggior parte dei cartoni animati giapponesi Kiss Me Licia è stato tratto da un manga pubblicato dal 1982 al 1984.

3. Il titolo originale dell’opera era Ai Shite Night (“Amami mio cavaliere”).

4. Il telefilm ideato dalla Fininvest con protagonista Cristina d’Avena è in realtà una sorta di sequel del cartone animato che in Italia ha avuto un successo enorme, contrariamente a quanto accaduto nel paese d’origine dove, anzi, è stato interrotto bruscamente.

5. Il videogioco a forma di cuore con cui gioca sempre Andrea esisteva veramente e si chiamava Love Star. Prodotto dalla Casio è arrivato anche in Italia.

6. A proposito di Andrea in verità il piccolo era figlio del papà di Mirko e della sua amante. La storia in Italia è stata chiaramente modificata ma sta di fatto che i due sarebbero fatellastri e non fratelli.

7. La ragazza bionda che si vede cantare nella sigla di apertura del cartone animato non è Licia, come molti avranno pensato, ma una sorta di narratrice che nella versione italiana è stata eliminata mentre in quella giapponese ogni tanto faceva la sua comparsa nella serie.

8.  Di Kiss Me Licia sono state prodotte solamente le videocassette VHS e mai i DVD, cosa che però non è detto che non accada in futuro.

9. Come tanti altri cartoni animati giapponesi anche questo ha subito, in Italia, una forte censura con numerose scene tagliate in particolare alcune facenti riferimento all’ambiente omosessuale.

10. Nel manga originale i due protagonisti alla fine convolano a giuste nozze.