Home Attualità

Flop About Love, Tatangelo difende Moccia: “Un onore far parte della tua squadra”

CONDIVIDI

La nota cantante moglie di Gigi d’Alessio, Anna Tatangelo ha finalmente commentato la cancellazione dal palinsesto di Mediaset del programma About Love, scritto e diretto da Federico Moccia, di cui con Alvin è stata conduttrice.

71st Venice Film Festival - Alternative Views
Il programma di quattro puntate dedicate al tema dell’amore e di tutte le sue sfumature è stato cancellato dalla programmazione di Italia 1 dopo la prima puntata, andata in onda la scorsa settimana che ha registrato un funesto record negativo di audience con solo 700mila telespettatori.
Un flop che non è sfuggito ai vertici dell’azienda per cui il programma è stato sospeso e la sua andata in onda sarebbe stata rinviata forse per la prossima estate.
La notizia però è stata accompagnata da un tam tam mediatico per cui la stessa Tatangelo alla fine non ha resistito dal commentare i pettegolezzi. La cantante nelle vesti di conduttrice ha postato su Facebook una foto con Moccia aggiunta da una didascalia difensiva: “Nella vittoria sono tutti pronti a salire sul carro dei vincitori, ma basta una sconfitta per rimanere soli, Federico, oltre ad essere una persona stupenda, ti reputo anche un grande professionista. E’ stato un onore per me far parte della tua squadra… Mi spiace per questo accanimento mediatico nei tuoi confronti …ma passerà …tutto passa e la ruota…gira sempre”.

Moccia e le critiche ad About Love

Durante una puntata di Tv Talk nella quale vi erano a confronto Platinette e Giorgio Bocca quest’ultimo ha criticato aspramente Moccia: “Un giorno Moccia dovrà rendere conto dei danni fatti al mondo!”, ha detto  Bocca, riferendosi sicuramente al tema dei lucchetti sui ponti lasciati dagli innamorati di tutto il mondo dopo il bestseller “Tre metri sopra al cielo”. Tra le altre critiche rivolte al programma alcuni hanno detto che era “banale e scontato”.

Dal canto suo l’ideatore del programma, Moccia si è detto “dispiaciuto“, sottolineando che “bisognava dare più tempo, perché a volte ci sono delle idee che vengono capite più in là, che sono in anticipo sui tempi”.

Moccia ha inoltre evidenziato di aver appreso la notizia dai media: “Nessuno mi ha chiamato prima, ecco perché non avevo ancora detto niente”.

In merito alle critiche, Moccia ha poi aggiunto che “mi sarebbe piaciuto un confronto con queste persone. Sogno una tv così forte ed intelligente da far diventare le critiche un caso mediatico, un momento di riflessione e di discussione.
Non avrei soppresso About Love, anzi avrei invitato i personaggi delle mie storie nella puntata successiva per analizzare le critiche, capire cosa è successo”, ha precisato Moccia, tenendo ad evidenziare come le storie presentate siano “tutte vere, lo dimostra la stessa risposta di uno dei protagonisti del programma ad un internauta che lo accusava fossero tutte false”.

Moccia non biasima gli utenti che hanno lasciato dei commenti negativi sul tema:”Non credo sia cattiveria, piuttosto abitudine ad essere circondati da messaggi negativi. Il fatto che la tv ormai passi solo i messaggi di storie che raccontano del marito che uccide la moglie, del fidanzato che aggredisce la compagna, di violenza e tragedie, crea una curiosità morbosa sui questo tipo di situazioni che alla fine sembrano perfino normali e invece bisogna riabituare il pubblico all’amore, che non è un ‘argomentucolo’ qualunque, è alla base della società e dei rapporti umani”.