Home Attualità

Caso Yara: udienza preliminare in Tribunale con Bossetti

CONDIVIDI

E’ iniziata questa mattina al Tribunale di Bergamo, l’udienza preliminare del processo a carico di Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello, in carcere dal 16 giugno del 2014 con l’accusa dell’omicidio di Yara Gambirasio.

YARA: DIFESA BOSSETTI,A UCCIDERLA È STATO UN MANCINO

In un’aula blindatissima al secondo piano piano del Tribunale erano presenti l’imputato, scortato dalla polizia penitenziaria,  accompagnato dal suo avvocato Claudio Salvagni, il legale Enrico Pelillo in rappresentanza della famiglia Gambirasio e il pm Letizia Ruggeri. Il tribunale è stato preso d’assalto dai giornalisti che hanno poi riferito che l’udienza a metà mattinata  stata sospesa per qualche minuto.  Il criminologo Ezio Denti, perito di parte, ha riferito che “sono state analizzate le oltre 6mila pagine del rapporto dell’accusa. La difesa ha smontato ogni ipotesi formulata”.
“Riteniamo che non siano state prese in considerazione dalla Procura strade alternative alla colpevolezza di Bossetti”, ha poi aggiunto Denti.

Secondo le indiscrezioni trapelate dall’aula, i difensori di Bossetti hanno chiesto che sia ripetuto l’esame del Dna. Inoltre hanno chiesto o la nullità del capo di imputazione che presenta un doppio luogo di commissione del delitto, Brembate di Sopra e Chignolo D’Isola oppure l’ inutilizzabilità degli accertamenti biologici compiuti dal Ris. Quest’ultima questione era già stata respinta dai giudici del tribunale del Riesame ma la Cassazione, sul punto, non ha ancora depositato le sue motivazioni.

In ogni modo il gup Ciro Iacomino ha respinto queste eccezioni e ha sospeso nuovamente l’udienza per una terza eccezione presentata dalla difesa che ha chiesto un incidente probatorio sul Dna di Ignoto 1 e una lunga serie di accertamenti biologici. Secondo la difesa di Bossetti, sugli slip di Yara ci sarebbe un’altra traccia definita “non interpretabile” . La Procura dal canto suo, si sarebbe invece opposta a che sia ripetuto l’esame del Dna.

Secondo quanto aveva annunciato il legale, Bossetti avrebbe rilasciato una dichiarazione spontanea con la quale ha voluto ribadire la sua estraneità al delitto.

Attesa per le 14h la decisione del Gup sul rinvio a giudizio o il non luogo a procedere.