Home Attualità

Caso Striscia la notizia: Fabio e Mingo sospesi dal programma

CONDIVIDI

Annuncio a sorpresa dal Gabibbo durante il programma di Striscia la Notizia andato in onda ieri sera che ha reso noto che i due inviati pugliesi Fabio e Mingo sono stati sospesi dal tg satirico di Antonio Ricci.

fabio-mingo

Il Gabbibo ha spiegato che il programma dovrà svolgere alcune verifiche in base ad alcune indiscrezioni riguardo ai due inviati: “Dato che noi non siamo Masterchef, abbiamo sospeso Fabio e Mingo per alcune segnalazioni giunte alla redazione pugliese di Striscia, e saranno sospesi finché non le avremo verificate”.

Un fulmine e ciel sereno. Dal canto suo l’ufficio stampa del programma riferisce che “non possiamo aggiungere altro. Il vero motivo lo conoscono soltanto Antonio Ricci e il Gabibbo”, precisando di non essere al corrente della tempistica necessaria per le verifiche: “Non sappiamo. Stanno verificando le segnalazioni, ma di solito non sono cose che vanno per le lunghe”, aggiunge l’ufficio stampa.

Massimo riserbo anche da parte degli inviati sospesi. Ma intanto il caso fa notizia e c’è chi commenta: “Ma sai quante querele arrivano ogni anno? Figurati se sospendono due inviati per questo”.

I motivi della sospensione restano un mistero. Tra le varie ipotesi trapelate attraverso il tam  tam della rete c’è chi pensa che tra i due inviati vi siano state delle tensioni, dopo che Mingo si è sposato. Infatti, sembra che la sposina sia subentrata come autrice e che abbia provocato un dissapore con Fabio. Tra le altre ipotesi quella che sia una “strisciata” per movimentare il programma e risalire nello share!

Altri rumor, riferiscono che la rottura potrebbe essere stata provocata dopo un servizio sull’Asl di Pescara e sul suo direttore generale Claudio D’Amario, riguardo ad un recente acquisto di un immobile da parte dell’azienda sanitaria il cui prezzo, secondo gli inviati, sarebbe stato triplicato. Altre indiscrezioni riferiscono di segnalazioni sull’attività lavorativa “fuori da Striscia” di uno dei due inviati che avrebbe messo in difficoltà il programma.