Home Attualità

L’incredibile decisione di due genitori: ibernare la loro bambina!

CONDIVIDI

Come ben sappiamo al giorno d’oggi la scienza medica può tanto, ma purtroppo non tutto. Alcune malattie, quali il cancro ad esempio, sono ancora lontane dal poter essere curate nonostante i passi avanti che la ricerca sta continuando a fare in questo campo.

Per qualcuno però, dotato dei necessari mezzi ovviamente, la resa non sembra un’opzione valida. Ed eccoli allora ricorrere a soluzioni temporanee che sfiorano la fantascienza, che sia per sé stessi oppure, come in questo caso, per i loro cari.

 ibernazione

 

E’ l’essere umano più giovane che sia mai stato ibernato

La storia di Matheryn Naovaratpong, una bellissima bimba di origini thailandesi di appena due anni, è quella che, purtroppo, la accomuna a tante altre storie di persone, anche estremamente giovani, affette da gravissime forme di tumore e per le quali le speranze di una guarigione sono davvero molto scarse.

VIDEO NEWSLETTER

Mesi fa alla piccola è stato diagnosticato un ependiloblastoma, una specie di tumore estremamente raro che attacca il cervello e che, nel suo caso, era arrivato ad interessare la quasi totalità dell’emisfero sinistro.

Al momento, come dicevamo prima, le cure disponibili per questo tipo di cancro si riducono ai classici cicli di chemio e alla radioterapia i quali, purtroppo, anche nel suo caso non hanno sortito gli effetti sperati e anzi hanno indebolito ulteriormente il suo già molto fragile stato fisico tanto che, l’8 Gennaio scorso, la piccola è stata dichiarata legalmente deceduta.

I genitori di Matheryn non si sono però dati per vinti ed optando per una scelta tanto difficile quanto, da una parte, estremamente coraggiosa, hanno deciso di far ibernare la bimba nella speranza che in un futuro non troppo lontano si possa trovare una terapia definitiva per questo orribile male.

La criopreservazione è una pratica che sta prendendo sempre più piede nel mondo nonostante i casi si contino veramente a pochissime centinaia (dati anche gli alti costi che si aggirano intorno ai 200mila dollari) e nel caso di Matheryn si tratta di un vero e proprio record in quanto è il più giovane essere umano che sia mai stato ibernato.

Di fatto rimane una pratica più simile ad una “scommessa” in quanto, ad oggi, non è possibile prevedere se effettivamente, una volta “scongelato”, il corpo, e soprattutto il cervello, dei pazienti potrà essere riattivato.