Home Attualità

Italiani sempre più amanti dei cani e gatti: 60 milioni di animali domestici in Italia

CONDIVIDI

In occasione della kermesse “QuattroZampeinFiera” che farà tappa Napoli il 18 e 19 aprile presso la Mostra d’Oltremare e il prossimo 3 e 4 ottobre a Milano, al Parco esposizioni Novegro, è stata promossa una ricerca sugli animali domestici in Italia, da dove emerge una cartina del Belpaese amante degli animali.

cane-e-gatto,-labrador-cucciolo,-lerba,-fiori-rossi-177606

Secondo l’indagine gli italiani si rivelano sempre più amanti dei cani. Su 60 milioni di animali domestici, il cane è presente nelle case del 56,6% degli italiani, laddove il 49,7% predilige il gatto.

Tra gli altri animali emergono i pesci (9,7%), volatili (9%), tartarughe (7,9%), conigli (5,3%), criceti (4,6%) e rettili (1,1%) e uno 0,8% ha invece optato per animali esotici (0,8%).

VIDEO NEWSLETTER

Un universo che si ripercuote positivamente anche nel settore del mercato degli alimenti che per cani e gatti registra una crescita del 2,1%, per un totale di 1,73 miliardi di euro di fatturato, di cui 932,2 milioni in alimenti per gatti e 703,4 mln in alimenti per cani, a cui vanno ad aggiungersi 99,9 mln di snack funzionali e fuoripasto.
La spesa varia in base alle possibilità e vi è l’1% degli italiani che spende fino ad oltre 300 euro al mese, il 4% tra 300 e 100 euro, l’11% tra 100 e 50 euro, il 31,5% tra 50 e 30 euro, mentre il 52,5% meno di 30 euro.
Oltre al settore alimentare, anche quello per accessori che spazia dai guinzagli ai giochi, alle cucce o i prodotti per l’igiene registra un incremento del 2,4%.

Tra i fattori che spingono alla presenza di animali domestici, il 90% dei proprietari e più dell’80% dell’opinione pubblica evidenzia i benefici reali che scaturiscono dagli animali da compagnia.

In base al mercato, inoltre, la presenza degli animali domestici nelle abitazioni è indicativo, secondo gli autori dell’indagine, di “uno stile di vita fatto di benessere sostenibile, basato su valori quasi unanimemente condivisi dagli italiani oggi: salute, sicurezza, vita priva di sprechi, tesa al risparmio, cura della persona e dei desideri personali, armonia con la natura, amicizia, tempo libero”.

“In questo senso, i pet e le spese a loro collegate vengono vissute come un’area di investimento, verso la quale si è poco disposti a rinunce”, aggiungono gli autori della ricerca.

L’81% dei proprietari sostiene che la presenza degli animali aiuta a superare i momenti difficili, con benefici emotivi, affettivi e comportamentali. L’animale si rivela un supporto alla famiglia anche per crescere i figli. Di pari passo alla consapevolezza del ruolo di un animale da compagnia, è anche cresciuta l’attenzione verso le istituzioni e i diritti degli animali. Infatti, dall’indagine emerge che “il pubblico richiede dai media più spazio e attenzione verso gli animali da compagnia”. Tanto che il 52% dell’opinione pubblica e il 72% dei proprietari chiede maggiori contenuti legati ai pet e ai loro diritti, alla loro educazione o alla convivenza.