Home Attualità

Pasqua: in calo abbandoni dei cani e consumo di carne di agnello

CONDIVIDI

Se da una parte la Pasqua si rivela un giorno di lutto per gli animalisti che denunciano il massacro degli agnelli, dall’altra, può in parte consolare la notizia diffusa dall’associazione di difesa di animali e ambiente, Aidaa riguardo al calo degli abbandoni dei cani, in concomitanza con le festività e del consumo di carne di agnello.

cane

L’Aidaa ha rivelato che nel fine settimana di Pasqua vi è stato una diminuzione del numero di cani abbandonati segnalati sulle strade ed autostrade italiane.

“Alle ore 15 di oggi (lunedì 6 aprile) sono stati solamente 24 i cani segnalati vaganti, rispetto ai 121 dello stesso fine settimana pasquale dello scorso anno. Le segnalazioni sono arrivate dalla Basilicata (3), Puglia (5), Sicilia (4), Sardegna (3), Lombardia (4), Lazio (2) e una sola segnalazione dal Piemonte”, ha comunicato in una nota l’associazione animalista, sottolineando che forse il maltempo ha contribuito a limitare gli spostamenti e quindi il fenomeno dell’abbandono.

L’associazione ha anche rivelato che sono diminuite di un terzo le prenotazioni di carne di agnello per il pranzo di Pasqua: “Lo scorso anno alle 16 della vigilia di Pasqua erano stati prenotati nelle trenta macellerie seguite dall’Aidaa in venti capoluoghi di regione 1.864 chili di carne di agnello pari a 310 capi (un agnello macellato pesa circa 6 chili)”.
“Quest’anno alle 16 del sabato prepasquale, erano stati prenotati 1.230 chili di carne di agnello, pari a 205 capi macellati con una diminuzione del 34% rispetto allo scorso anno”.
In questo scenario, sottolinea l’Aidaa “Roma si mantiene la città con il maggiore numero di prenotazioni di agnello macellato, anche se registra comunque un calo di circa il 26% rispetto allo scorso anno”. La diminuzione del consumo di carne di agnello conferma una tendenza che si sta delineando da qualche anno, come emerso da indagini dell’Istat grazie anche alle numerose campagne animaliste, come la recente petizione “Salva un agnello“, promossa dalla Lav alla quale hanno aderito il rifugio Thegreenplace e Animal Equality con una bella campagna fotografica pubblicitaria.